Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Tassa sui rifiuti: ridotta di 1,6 milioni di euro per 1300 utenze non domestiche di Massa

Rispetto alla procedura vigente per l'anno 2020, le imprese non dovranno fare alcun tipo di dichiarazione

MASSA – L’amministrazione comunale comunica che gli avvisi di pagamento Tari 2021 per le utenze non domestiche oggetto di riduzione causa Covid 2019 sono ancora in stato di spedizione. Con Deliberazione n.109/2021 il Consiglio comunale ha stabilito un’agevolazione di 1,6 milioni per l’anno 2021 corrispondenti alla riduzione di 1/3 (pari a 4 mesi di chiusura per il periodo gennaio- aprile) della Tari per le utenze non domestiche appartenenti alle seguenti categorie: musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto; cinematografi e teatri; alberghi con ristorante; alberghi senza ristorante; negozi abbigliamento, calzature, libreria, cartoleria, ferramenta e altri beni durevoli; negozi particolari quali filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato; banchi di mercato beni durevoli; attività artigianali tipo botteghe: falegname, idraulico, fabbro, elettricista; ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub; mense birrerie hamburgherie; bar caffè pasticcerie; banchi di mercato generi alimentari; discoteche, night club.

Le utenze interessate sono circa 1.300 ed è necessario procedere a una lavorazione precisa e puntuale di ogni singola posizione al fine di liquidare la parte rimanente che il contribuente dovrà pagare. Rispetto alla procedura vigente per l’anno 2020, le imprese non dovranno fare alcun tipo di dichiarazione. Infatti, la suddetta delibera ha disposto l’inserimento diretto nell’avviso di pagamento della riduzione per tutte le utenze comprese nelle categorie sopra riportate: in altri termini quest’anno il contribuente si ritrova la riduzione già inserita e calcolata nell’avviso.

Ebbene, la lavorazione di queste posizione ha creato un ritardo nella generazione degli avvisi, dovuta al ricalcolo degli importi netti dovuti. La Società Master sta lavorando per evitare alle imprese lo svolgimento della burocrazia necessaria, su questo aspetto conta di giungere alla conclusione informatica dei lavori entro l’11 ottobre p.v. così da postalizzare gli avvisi nella seconda metà del mese di ottobre. Si precisa sin da subito che, nel caso in cui gli avvisi dovessero giungere dopo la scadenza della seconda rata prevista al 31 ottobre ( oppure nel caso in cui il contribuente paghi dopo tale data), non sono previste sanzioni o interessi in aggiunta alla cifra richiesta.