Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Ponti e viadotti: la Provincia pronta a intervenire per oltre 9milioni di euro. Ecco dove

Sono 17 quelli che saranno oggetto di interventi in Lunigiana e 2 nel resto della provincia di Massa-Carrara

MASSA-CARRARA – Ammonta a oltre 9 milioni e 600 mila euro il finanziamento che il Ministero delle infrastrutture ha assegnato alla Provincia di Massa-Carrara per la messa in sicurezza dei ponti e viadotti esistenti lungo la viabilità provinciale nel triennio 2021-2023 . Per la precisione la cifra è di 9 milioni 657mila 138 euro e 17 centesimi e fa parte di un totale di 1,15 miliardi che il ministero, con un decreto pubblicato alla metà di luglio 2021, ha suddiviso tra le province e le città metropolitane.

Sulla base delle somme assegnate  gli enti erano tenuti a presentare al ministero entro il 30 settembre le schede con il programma triennale: scadenza rispettata dalla nostra provincia che ha inviato a Roma 16 schede per un totale di 21 ponti, suddivisi secondo il finanziamento disponibile nei singoli anni (2.939.129,01 nel 2021, 3.778.880,15 nel 2022 e 2.939.129,01 nel 2023).

«Quello della preparazione delle schede del programma triennale è stato un lavoro impegnativo per i nostri uffici, avendo a disposizione tra la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale e il termine indicato poco più di due mesi, gran parte dei quali in periodo estivo – ha dichiarato il presidente della Provincia, Gianni Lorenzetti. Non partivamo dal nulla: infatti  avevamo avviato il monitoraggio sui circa 250 ponti che insistono sulla nostra viabilità nell’immediatezza del crollo del Morandi di Genova partendo con una quindicina di infrastrutture a inizio 2019. Successivamente – ha proseguito il presidente  – abbiamo strutturato questo monitoraggio affidando, con 100 mila euro, il compito di controllare i ponti al Dipartimento di ingegneria civile e industriale dell’Università di Pisa: un’operazione che ha dovuto fare i conti con i rallentamenti legati alla pandemia ma che ci ha permesso nei mesi scorsi di avere un report sul loro stato di salute mettendo in evidenza le maggiori criticità inserite in una fascia rossa. È questa classificazione che ci ha permesso quindi di individuare i 21 ponti sui quali far convergere i finanziamenti di questo piano.»

«Ma non interverremo solo su questi nei prossimi tre anni – prosegue Lorenzetti – : infatti proprio grazie al lavoro svolto sinora e ad altri finanziamenti intercettati avevamo inserito nel Documento unico di programmazione legato al bilancio preventivo del 2020 e quello 2021-2023  4 milioni e 270 mila euro, somma che ci consente di operare su altri 12. In questo modo a regime in un triennio saremo intervenuti su un totale di 33 ponti investendo qualcosa come 14 milioni di euro. Non è poco se consideriamo che partivamo tre anni fa, ai tempi del Morandi nell’agosto 2018, con zero disponibilità di finanziamenti e che tutto questo è stato fatto  convivendo con le complicazioni dovute al Covid. Sarà una sfida anche dal punto di vista organizzativo – ha aggiunto Lorenzetti – se pensiamo al numero di gare con il quale dovremo misurarci, non dimenticando anche quelle legate all’edilizia scolastica: dati da far tremare i polsi considerando il risicato numero di personale a disposizione, ridotto oramai all’osso per la nota vicenda della riforma delle province»

«Ma – ha concluso il presidente – ci stiamo attrezzando anche su questo versante con il piano assunzionale che proprio oggi, primo giorno di ottobre ha visto, dopo la conclusione dei concorsi in atto, l’ingresso di nuove forze: un ingegnere civile e un amministrativo. Un altro amministrativo in più lo avremo a novembre e alcune nuove assunzioni con il 2022. Avremmo bisogno di più personale ma possiamo fare solo quello che gli obblighi di bilancio e di legge ci consentono sperando che magari in un futuro non lontano vincoli più morbidi possano consentirci di assumere personale in numero adeguato. Sarebbe deleterio, infatti,  vedere vanificare lo sforzo fatto finora nella ricerca dei finanziamenti che se non spesi poi vengono persi».

L’elenco degli interventi:

–      Manutenzione straordinaria  ponti SP 61 Mulazzo(km 14) e SP24 Giovagallo Tresana(km 2,200):  425 mila euro (290 mila 2021 – 135 mila 2022)

–      Manutenzione straordinaria  ponti SP 37 Zeri (km 3,900 e 5,950) e Sp 58 dir Fivizzano: 525 mila euro (450 mila 2021-75 mila 2022)

–      Manutenzione straordinaria  ponte SP 27 Vallescura (Bagnone) (Km 0,150): 700mila euro (350 mila 2021-350mila 2022)

–      Manutenzione straordinaria  SP 42 del Cirone (Pontremoli (km 4,300): 800 mila euro (337.108,01 2021 – 462.891,99 2022)

–      Manutenzione straordinaria  ponte  SP 63 Guinadi (Pontremoli)  (Km 0,150) 650 mila euro (350 mila 2021 – 300mila 2022)

–      Manutenzione straordinaria  ponti Sp1 Montignoso (km2,250 e 2,300) 400 mila euro (300 mila 2021 – 100 mila 2022)

–      Manutenzione straordinaria  ponti SP 15 Calcinaia (Casola in Lunigiana) (km 4,600) e SP 20 Montedivalli (Podenzana) (Km 0,650) 450 mila euro (400 mila 2022 – 50mila 2023)

–      Manutenzione straordinaria  ponti Sp 3 Massa Avenza (Massa) km 1,400 e SP 73 Carrara (km 10,300) 475 mila euro (350 mila 2021 – 125 mila 2022)

–      Manutenzione straordinaria   ponte SP 35 Caprio (Filattiera)n  (km 4,200) 700mila euro (350 mila 2022 – 350 mila 2023)

–      Manutenzione straordinaria ponte  SP 20 di Montedivalli (Podenzana) (km 18,700) 1 milione di euro (500mila 2022 – 500mila 2023)

–      Manutenzione straordinaria ponte SP 21 Bagnone (km 24,600) 450mila euro – 2023

–      Manutenzione straordinaria   ponte SP 42 del Cirone (Pontremoli) (km 4,180) 900mila euro (350mila 2021-100mila 2022-450mila 2023)

–      Lavori di demolizione e ricostruzione ponte SP 42 Pognana (Fivizzano) (km2,300) 1 milione 420mila117,17 euro (580.988,16 2022 – 839.129,01 2023)

–      Manutenzione straordinaria ponte SP 67 Treschietto (Bagnone) (km 8,350) 600mila euro (300mila 2022 – 300mila 2023)

–      Progettazione esecutiva e indagini geognostiche sostituzione ponte Bailey SP 69 Casoni (Mulazzo) Km0,010 75 mila euro (2021)

–      Monitoraggi e ispezioni su vari ponti delle Strade provinciali 87 mila 21 euro 2021.