Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Donna romena non trova casa, l’agenzia: «Nessuno vuole affittare a uno straniero»

Florida Nicolai: «Quanto è ipocrita questa bella società carrarina, che si svela razzista con gli onesti e pronta a spremere ogni euro di chi in nero lavora, magari arrotonda con l’illegalità, e in nero paga»

Più informazioni su

CARRARA –  “Denuncio un’inaccettabile situazione che riguarda una giovane lavoratrice romena, vittima di discriminazione razzista”. Inizia così la lettera di Florida Nicolai alla nostra redazione in merito alla vicenda che vede protagonista una donna alla ricerca di una nuova casa in affitto da due anni. Le agenzie immobiliari, però, si rifiutano di aiutarla.

“La donna vive a Carrara da più di vent’anni – spiega Florida Nicolai -. Qui ha cresciuto le due piccole figlie, garantendo loro un’adeguata formazione culturale con diploma di scuola secondaria di secondo grado. Ha sempre rispettato la legge ed ha sempre svolto l’attività di collaboratrice domestica con regolare contratto. Io stessa l’ho assunta, ovviamente nel rispetto delle norme, apprezzandone l’educazione, la cortesia e la dedizione al lavoro.
Da quasi due anni, dovendo lasciare l’appartamento per un progetto di ristrutturazione dello stesso da parte del proprietario, cerca la locazione di un nuovo appartamento. Due anni di incertezze e preoccupazioni, nonostante un regolare contratto di lavoro a garanzia, nonostante le ottime referenze sia del proprietario della sua attuale residenza sia dei datori di lavoro. Dopo così tanto tempo, dopo così tanti rifiuti alla richiesta di visionare ed affittare nuove case, pare evidente che vi sia una questione culturale di fondo, una mentalità “razzista” che pone un ipocrita muro di gomma contro una onesta lavoratrice. A fugare ogni dubbio, ci ha pensato finalmente una delle agenzie a cui si è rivolta da subito: dice, senza alcun ritegno, che nessuno vuole affittare una casa ad uno straniero e, dunque, anche l’agenzia non perde tempo facendo visionare case
Cosa dovrebbe fare una quarantaquattrenne straniera per ottenere una casa in affitto? Dovrebbe essere meno onesta, magari lavorare in nero, offrire il proprio corpo o diventare dedita ad attività illegali? è cosa nota che in questa città interi caseggiati sono locati in nero, in condizioni igieniche e di sicurezza precarie, a uomini che sopravvivono al limite della legalità.  Mi chiedo allora quanto sia ipocrita questa bella società carrarina, che si svela razzista con gli onesti e pronta a spremere ogni euro di chi in nero lavora, magari arrotonda con l’illegalità, e in nero paga”.

 

Più informazioni su