Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Telefonia mobile, a Massa più antenne in montagna e minore impatto ambientale sulla costa

Ok dal consiglio comunale all'aggiornamento del piano. Persiani: "Al primo posto la tutela dei cittadini e quella del paesaggio"

Più informazioni su

MASSA – Il consiglio comunale di Massa del 27 settembre ha approvato l’aggiornamento del Piano di telefonia mobile 2021-2022. Lo scopo del piano territoriale è quello di fornire un progetto di localizzazione per l’installazione di nuove stazioni radio base per la telefonia mobile privilegiando i siti di proprietà comunale, a completamento dei piani di copertura del territorio richiesti dagli enti gestori, mediate dalle esigenze dell’amministrazione comunale in funzione delle necessità della cittadinanza.

Le modifiche apportate si basano principalmente su tre aspetti: l’incremento delle antenne nelle zone montane, la razionalizzazione degli impianti sulla costa minimizzando l’impatto paesaggistico ed una particolare attenzione all’antenna di via delle Carre prevedendo una nuova localizzazione sul Monte di Pasta per un possibile spostamento.

“Attraverso questo strumento – spiega il sindaco Francesco Persiani – e con le modifiche introdotte, l’amministrazione comunale è in grado di disciplinare l’installazione degli impianti andando ad implementare l’offerta, ma mettendo al primo posto la tutela dei cittadini e quella del paesaggio”.

L’impatto paesaggistico, infatti, viene mitigato mediante la razionalizzazione degli impianti e la riduzione del numero di towers. In particolare, le antenne attualmente esistenti sul tetto della ex colonia Ugo Pisa e su un sito privato e quelle previste in zona Partaccia e al campo da baseball verranno riunite in un’unica tower al parco Ugo Pisa. E’ allo studio anche la dismissione della tower, alta 42 metri, insistente nel campo di via Casola allo scopo di collocare gli impianti utilizzando i pali dell’illuminazione della stessa struttura sportiva.

Per quanto riguarda la montagna, verso cui è sempre alta l’attenzione dell’amministrazione comunale, è previsto un nuovo impianto al cimitero di Forno per dare una migliore copertura alla Valle del Frigido e si valutano altre collocazioni nei pressi di Antona per meglio servire il paese di Casette. Inoltre, l’amministrazione comunale sta terminando il percorso per l’installazione dell’antenna a Pian della Fioba: sono stati ultimati gli atti, sono stati firmati i contratti di concessione ed è imminente l’avvio dei lavori per la realizzazione degli impianti che porteranno il segnale alla valle di Renara.

“Siamo consapevoli dell’importanza del servizio e stiamo coprendo la maggior superficie con minore impatto possibile – aggiunge l’assessore Paolo Balloni, con delega alle Innovazioni tecnologiche – abbiamo capito durante la pandemia quanto la telefonia mobile sia fondamentale, per i soccorsi, per studiare e lavorare, soprattutto per le nostre aree montane che ancora ne sono sprovviste: E’ impensabile, oggi, vivere in un luogo che non ha questi servizi. Con questo aggiornamento abbiamo cercato di mediare tra le esigenze delle compagnie telefoniche e quelle dell’amministrazione che invece vanno incontro alle necessità dei cittadini”.

Più informazioni su