Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Don Gnocchi Fivizzano, che fine ha fatto la firma sulla convenzione per la riapertura?»

Fantozzi (Fdi) torna ad accendere i riflettori sulla struttura, chiusa dallo scorso 1° luglio per attività di sanificazione e restyling agli impianti

Più informazioni su

FIVIZZANO – “Non c’è la tanto sbandierata firma sulla convenzione per la riapertura del centro per la riabilitazione Don Gnocchi di Fivizzano. Una notizia che si sta cercando di tenere nascosta, ma che mette a dura prova l’attesa di cittadini e famiglie”. Ad intervenire sull’argomento è il il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Vittorio Fantozzi, sulla scia delle iniziative dei consiglieri della lista civica “Alternativa per il futuro” Alessandro Domenichelli e Stefania Baldassari e su impulso del coordinatore di Fdi di Fivizzano Giuseppe Oddoni. “La firma – ricorda Fantozzi – era stata annunciata dal Comune per fine settembre ma, ad oggi, stiamo parlando di un qualcosa di fantomatico. Il Polo Don Gnocchi di Fivizzano è chiuso dallo scorso 1° luglio per attività di sanificazione e restyling agli impianti. I cittadini, dopo mesi di dubbi e preoccupazioni, hanno avuto l’annuncio che il centro sarebbe stato riaperto ma oltre alle parole non si è andati, mancano i fatti e la firma sul documento che davvero sancirebbe la riapertura del Don Gnocchi. I residenti vogliono avere anche la certezza che il servizio rimanga improntato alla qualità perché l’attività di riabilitazione è prioritaria per centinaia di residenti. Si tratta di una struttura importantissima per la Lunigiana. Non vorremmo che la riapertura slittasse al prossimo anno, data l’importanza del servizio offerto dal Polo Don Gnocchi. Non vorremmo che la situazione finanziaria della Regione Toscana, che presenta un debito di oltre 400 milioni, abbia ricadute su servizi essenziali come la riabilitazione fondamentale per un territorio periferico e montano come quello della Lunigiana”.

“Il blocco delle assunzioni di infermieri sta avendo ripercussioni molto gravi per la tenuta dei servizi in tutta l’Asl Toscana Nord Ovest – chiude Fantozzi -: infermieri vincitori di concorso ma ancora in attesa di assunzione. Quindi, ribadiamo: che fine ha fatto la firma sulla convenzione per la riapertura del Don Gnocchi?”.

Più informazioni su