Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Erosione, Monni alla Lega: «La Regione c’è coi fatti, il Comune di Massa che fa?»

L'assessora regionale all’ambiente rimanda al mittente le accuse di immobilismo

TOSCANA – “Stupisce che la Lega attacchi la Regione sull’erosione costiera mentre governa un Comune che non ha mai presentato un progetto sul ripascimento”. A dirlo l’assessora regionale all’ambiente Monia Monni, che rimanda al mittente le accuse di immobilismo (qui) ma anzi spiega: “Proprio a maggio- dice l’assessora Monni – abbiamo finanziato con mezzo milione di euro un intervento emergenziale di ripascimento realizzato dal Comune di Massa. E mi stupisce che la Lega non prenda atto di questo lavoro svolto dalla Regione. Mi preme inoltre ricordare che la Regione ha dovuto ricollocare 22milioni di euro stanziati dal ministero dell’Ambiente per il ripascimento, perché il territorio massese non è stato in grado di pmesentare progetti concreti finanziabili con queste risorse, che, anziché andare perse, sono state utilizzate per realizzare opere per la riduzione del rischio idraulico, molte delle quali  ricadono proprio in questo territorio”.

Monni sottolinea come la Regione Toscana sia da sempre impegnata nella realizzazione di opere di contrasto all’erosione costiera in questo comune, basti pensare che negli ultimi 5 anni la Regione ha investito nel rapiscimento un totale di 4 milioni e 500mila euro in cui rientrano anche i 500.000 per il litorale massese.

L’assessora Monni entra anche nel merito della questione della proposta fatta dalla Lista Persiani Sindaco a proposito della costituzione di un tavolo istituzionale. “Anche in questo caso rimaniamo particolarmente stupidi, in quanto nel marzo 2017 ne fu costituito uno tra Regione Toscana e Comune di Massa con protocollo di intesa per la realizzazione di azioni condivise finalizzate alla riduzione dell’erosione costiera e alla mitigazione del rischio idraulico. Tale tavolo non è mai stato convocato dall’attuale amministrazione, che, oltretutto, non ha mai chiesto il rinnovo dello stesso. Inoltre a inizio 2021 è stata istituita la task force permanente regionale contro l’erosione, il cui lavoro, condiviso con i comuni, continuerà anche con un nuovo percorso di progettazione di interventi strutturali- spiega Monni- , al fine di combattere questo fenomeno che ogni anno colpisce le nostre coste. Siamo fortemente convinti che questa sia la strada giusta, e per questo presenteremo al Governo la richiesta di far rientrare nelle opere finanziate dal PNRR anche gli interventi contro l’erosione costiera”.