Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

A Montignoso arriva Geolander per la mappatura dei civici

Più informazioni su

MONTIGNOSO – Circa 700 milioni di punti rilevati grazie a una tecnologia innovativa di georeferenziazione, una capacità di precisione sotto i dieci centimetri e oltre 20mila fotografie dell’intero territorio, tutto questo è stato possibile grazie a Geolander il nuovo progetto di mappatura dei numeri civici appena presentato a Montignoso.

«Siamo arrivati a conclusione di un percorso nato due anni fa che parte dell’esigenza di aggiornarne la numerazione civica – spiega il vicesindaco di Montignoso Raffaello Gianfranceschi – invece di percorrere progetti ormai superati come la rilevazione sul posto ci siamo affidati a uno specialista del settore per andare a fare un progetto di geomapping».

Lo studio si è svolto tra il 2019 e il 2020 e ha portato alla mappatura totale di tutti i numeri civici arrivando a coprire 89 km di strade comunali. «Questo progetto ha generato una nube di punti e dati e abbiamo potuto constatare che il nostro sistema di numerazione era ormai arretrato, su 3.717 numeri presenti ne mancavano 1.755. Oggi siamo in grado di poter rifare completamente la numerazione con il risultato sostanziale di avere per ogni unità immobiliare e abitativa un numero civico, di collegare questo numero con l’anagrafe e, quindi, di avere la conoscenza puntuale di ogni fabbricato e famiglia. Al di là del risultato immediato e della comodità a portata di tutti pensiamo a casi estremi come l’azione di un’ambulanza in cui i secondi sono vitali, oppure in caso di calamità, la conoscenza del numero esatto di persone e famiglie che abitano in una determinata zona permette di calibrare aiuti e interventi in modo puntuale. Abbiamo inoltre una base di dati assolutamente importante per poter lavorare anche a progettualità future e all’avanguardia».

«Questo veicolo ha attraverso tutte le strade comunali e ha restituito in maniera digitale quello che è il territorio – spiega Giovanni Manta di Geolander – abbiamo realizzato un modello grazie a questa tecnologia all’avanguardia che consente di avere informazioni molto spiccate, quindi una grandissima affidabilità dei dati. La strumentazione è dotata di alcuni sensori, due ricevitori satellitari e una camera multisferica con una visione panoramica, la camera sostanzialmente è il nostro occhio. E ancora due laser con cui noi effettuiamo le misurazioni, la produzione dei punti e che hanno consentito di costruire il modello digitale 3d del territorio. Da questo modello possiamo estrapolare tutte le informazioni che riguardano Montignoso traguardando il futuro della città in maniera panificata, programmata e precisa».

Insomma un progetto che renderà il Comune di Montignoso una vera e propria città “smart”, «siamo orgogliosi – ha detto la responsabile Nadia Bellè – dagli uffici demografici, che hanno creduto e aderito fin da subito al progetto, partono tutte le informazioni specifiche non solo per il Comune ma anche per altri enti, il numero civico è la carta d’identità di un’abitazione. Grazie anche alla Protezione Civile perché durante la fase del lock-down, quando tutto era chiuso e avevamo necessità del porta a porta per le mascherine, abbiamo potuto mappare i punti dove le auto non possono transitare grazie al supporto di tutti i volontari e le volontarie».

Più informazioni su