Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Musetti (Fi): «Vaccini, arrivo dosi a rischio: la Regione deve ancora 400mila euro all’Asl». L’azienda: «Conti a posto»

L'allarme dell'esponente di Forza Italia: «Sanità regionale sull'orlo del fallimento». La replica dell'Asl: «Ci hanno dato tutto quello che abbiamo chiesto»

MASSA-CARRARA – “Allarme sanità: 400 mila euro di vaccini non rimborsati dalla Regione all’Asl di Massa Carrara”. La segnalazione arriva da Gianni Musetti (Fi), che si dichiara preoccupato per il rischio di “blocco totale delle operazioni, anche urgenti”. “Giovedì – ripercorre l’esponente di Forza Italia – il presidente Giani ha chiesto un taglio orizzontale ad ogni singola Asl Toscana di 100 milioni di euro da qui a fine anno. Il blocco dei pagamenti agli straordinari e nessuna nuova assunzione, nonostante i 30 milioni di euro inviati dal Governo che potevano proprio essere utilizzato in tal senso. Il taglio “lacrime e sangue” serve a garantire a Giani di non essere commissariato nel marzo del prossimo anno, quando chiuderanno i bilanci gli uffici regionali, e in caso di default, si attiverebbe automaticamente il commissariamento della Regione da parte dello Stato centrale. Mancano, con estrema precisione e tenendosi nei minimi diritti da garantire agli utenti e ai lavoratori, qualcosa come 1200 infermieri e 700 medici nel pronto soccorso. Siamo al collasso già adesso, ma ora andremo alla tagliola definitiva dei servizi salva vita?”

“Stiamo parlando delle sale operatorie – prosegue Musetti -, che a quanto pare verranno completamente bloccate se non per i casi più urgenti provenienti dal pronto soccorso, la chiusura di tutti gli Hub vaccinali, scaricando sui medici di famiglia il lavoro da ultimare della campagna di immunizzazione della popolazione ancora sprovvista di green pass”.

E in riferimento alla richiesta dei sindaci alla Regione Toscana di non chiudere il centro vaccinale di Carrarafiere (ne abbiamo parlato qui), Musetti incalza: “Inutile che tutti i politici di ogni grado vadano ad accaldarsi per difendere l’hub vaccinale di Marina di Carrara chiedendo che rimanga aperto, senza però spiegare la verità ai cittadini: ossia che la regione e la sua sanità potrebbe essere sull’orlo del fallimento, e quindi deve necessariamente farla pagare ai cittadini in termini di servizi socio sanitari, anche quelli di urgenza e salva vita”.

Per l’esponente di Forza Italia c’è anche il rischio che non arrivino più le dosi di vaccino: “Perché ci risulta – spiega – e non è una singola voce ma un coro unanime d’allarme che proviene dai sanitari contabili, che la Regione non abbia ancora pagato più di 400mila euro di vaccini che la nostra Asl locale ha anticipato”.

Sul punto l’azienda Usl Toscana nord ovest, contattata dalla Voce Apuana, ha fatto sapere che i conti sono in regola:  “La Regione ci ha dato tutto quello che abbiamo chiesto” ha replicato l’azienda senza troppi giri di parole.