Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Incidente in cava: «Fondamentale il soccorso sul posto, ma ambulanza ed elicottero in ritardo»

A dichiararlo Filleacgil e FenealUil: «Serve un elicottero più adatto a intervenire sulle Apuane e più piazzole di atterraggio»

CARRARA- In merito all’ennesimo incidente avvenuto nelle cave delle Alpi Apuane, si esprimono le federazioni dei lavoratori del legno, dell’edilizia, delle industrie affini ed estrattive di Cgil e Uil: «Come organizzazioni sindacali in merito all’infortunio avvenuto ieri alle cave a Carrara vogliamo fare innanzi tutto gli auguri di pronta guarigione a Simone Polenta. L’incidente ancora una volta ha evidenziato quanto in un contesto come il nostro di cave di montagna sia importante e fondamentale per la salvaguardia della vita dei cavatori il soccorso cave. E’ un fiore all’occhiello del nostro territorio che vogliamo difendere. Naturalmente, come tutte le cose, va costantemente migliorato. In particolare nell’infortunio di ieri c’è stato detto dai presenti che sarebbero passati troppi minuti dalla chiamata al 118 all’arrivo dell’elicottero sul posto. Non va bene. Sentire lamentare, seppur stabilizzato, per oltre un’ora il proprio compagno di lavoro, non è stata proprio una bella situazione.»

«Anche l’intervento dell’ambulanza del soccorso cave,  – proseguono e concludono le federazioni in modo congiunto – secondo chi ha chiamato il 118, non è stato celere come doveva impegnando oltre mezz’ora per raggiungere Simone. Come organizzazioni sindacali, in uno spirito di chiarezza e collaborazione e al solo scopo di risolvere i problemi, vorremmo che fosse fatta chiarezza in merito, come espressamente ci chiedono tutti i lavoratori che hanno avuto queste informazioni. Come proposta per un futuro, riteniamo che servano tante piazzole per l’elicottero e ben evidenziate e magari che possa operare sulle Apuane un elicottero più adatto a tutti gli interventi in montagna. Chiediamo agli enti preposti di attivarsi in merito. Invitiamo infine tutte le aziende di attivarsi immediatamente per riporre di nuovo la sicurezza prima di ogni altra cosa su ogni posto di lavoro. Gli infortuni avvenuti dalla ripartenza dalle ferie ci fanno molto preoccupare.»