Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Carenza sangue: a rischio le attività degli ospedali di Massa-Carrara. Necessari tutti i gruppi

«Sollecito le associazioni ad intensificare la chiamata dei donatori. Servono soprattutto zero negativo, zero positivo, A positivo, A negativo»

TOSCANA – «Si registra attualmente in Toscana una grave carenza di sangue, per cui esortiamo i cittadini ed i donatori in buona salute a recarsi ai centro trasfusionali dell’ospedale di Massa, di Pontremoli e di Fivizzano»- Così Anna Baldi, direttore del servizio trasfusionale della provincia di Massa Carrara, lancia il suo appello per donare sangue.

«Sollecito le associazioni ad intensificare la chiamata dei donatori per evitare blocchi di attività negli ospedali – prosegue Baldi – e tutti i gruppi sanguigni sono necessari, in particolare zero negativo, zero positivo, A positivo, A negativo».

Negli ospedali il sangue è una necessità quotidiana. Ogni volta che si verifica una carenza di sangue diventa più critica la gestione di eventi eccezionali, per esempio gli incidenti, ma anche l’attività sanitaria di routine, che coinvolge la maggior parte degli interventi chirurgici e di alta specialità, dalla cardiochirurgia all’attività del pronto soccorso, dalle terapie oncologiche ai trapianti.

«Per fare fronte alla quotidiana necessità di sangue nella nostra provincia – dice Baldi – sono previste raccolte straordinarie per domenica 12 e 26 settembre al centro trasfusionale dell’ospedale di Massa, al mattino, con donazione di sangue e plasma, e lunedì 20 settembre a Fivizzano, dalle ore 8 alle 18».

Altrettanto importante è la donazione del plasma. «Il plasma donato serve per i pazienti che vanno incontro a importanti interventi chirurgici – spiega la dottoressa – come gli interventi al cuore, nelle emergenze emorragiche del pronto soccorso, per i pazienti in terapia intensiva, o ancora per la produzione di molti farmaci salvavita, come i fattori della coagulazione o le immunoglobuline».

Si può prenotare la donazione presso le propria associazione di riferimento Avis e Fratres, o direttamente al centro trasfusionale dell’ospedale di Massa (telefono 0585 498236, dalle ore 11 alle ore 13), al centro trasfusionale di Fivizzano (telefono 0585 940232) e al centro trasfusionale di Pontremoli (telefono 0187 462227).