Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Alta Onorificenza di grande ufficiale a Gino Angelo Lattanzi

MASSA-CARRARA – L’ex funzionario di Cna Gino Angelo Lattanzi ha ricevuto dal Prefetto della Provincia di Massa-Carrara, dott. Claudio Ventrice, la comunicazione che il Presidente della Repubblica, in data 2 giugno 2021, gli ha conferito l’alta Onorificenza di Grande Ufficiale dell’ Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Ex funzionario della Cna nella quale per oltre 40 anni ha ricoperto vari incarichi tra i quali quello di Responsabile regionale per la Liguria, del Dipartimento Sindacale e dell’associazione delle imprese dell’ autotrasporto Cna Fita, oggi dopo il suo pensionamento è referente delle relazioni istituzionali per la Cna di Massa Carrara. Attualmente, per conto di Cna, ricopre l’incarico di membro del Comitato Regionale Inps per la Liguria in rappresentanza dei datori di lavoro, e per conto della Cna Fita Nazionale è componente del “tavolo di trattativa Nazionale sugli  gli accordi economici e regole per il trasporto dei “container” tra le associazioni imprenditoriali dell’autotrasporto, degli armatori e della logistica. Negli anni scorsi era stato già insignito delle Onorificenze di Cavaliere e Commendatore della Repubblica e della Stella di Maestro del Lavoro.

In quasi 40 anni di attività al servizio dell’artigianato e delle piccole e medie imprese (sia in Toscana che in Liguria) Gino Angelo Lattanzi si è distinto nel fronteggiare la triste e dolorosa piaga degli infortuni e delle morti nei luoghi di lavoro sensibilizzando il sistema politico e relazionando in audizione con la “Commissione parlamentare di inchiesta sugli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alle cosiddette “morti bianche” inoltre si è anche distinto nel promuovere per la Cna iniziative e azioni pubbliche di sensibilizzazione per l’affermazione della legalità contro la corruzione e le infiltrazioni della “criminalità organizzata” nel sistema amministrativo pubblico, produttivo ed economico, per salvaguardare le imprese affinché non cadano vittime di collusioni e dell’usura con i conseguenti ricatti estorsivi che le assoggettano al potere criminoso. Per tale fine ha coinvolto in più occasioni le Istituzioni e la “Commissione Parlamentare d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali anche straniere”.

Il Presidente Paolo Bedini e Paolo Ciotti Direttore della Cna Massa-Carrara hanno espresso, anche a nome di tutta l’associazione, Gino Angelo Lattanzi le più sentite congratulazioni.