Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Una discarica a cielo aperto sulle colline del Candia. E Comune e Provincia fanno finta di nulla»

Gianni Musetti (Fi): «Basterebbero qualche telecamera e un'opera di bonifica di Nausicaa per riportare il territorio in condizioni dignitose»

CARRARA – Si moltiplicano le discariche abusive sulle colline del Candia, ai bordi della strada. A denunciare la situazione è Gianni Musetti di Forza Italia, che nei giorni scorsi, con un gruppo di volontari, si è recato sul posto a verificare la situazione. “Abbiamo tentato qualche intervento di bonifica – spiega – ma è risultato quasi impossibile perché tutte erano frutto di rifiuti edili, tossici e pesanti, che hanno necessità di mezzi e strumenti di sicurezza. Amianto, mobili, cemento, tegole e mattoni, batterie e bidoni di prodotti altamente tossici. C’è di tutto in questa discarica a cielo aperto che si è insediata sulle nostre colline, proprio dove passa la Via Francigena, percorsa da migliaia di pellegrini di tutto il mondo ogni anno, la “strade del vino”, progetto europeo di toponomastica della vinificazione tipica continentale, e la zona del DOC, che per proprie caratteristiche dovrebbe essere protetta e salvaguardata dalle istituzioni per non  rischiare di essere revocata dagli enti di certificazione”.

“Il Comune e la provincia fanno finta di nulla – insiste Musetti – e nonostante le mie continue segnalazioni, si persiste nel nascondere le discariche nella vegetazione che ormai ha invaso le strade stesse rendendole impraticabili dagli avventori, soprattutto dalle automobili. Continuano però a persistere abusivismo urbanistico sui fossi che dovrebbero essere da tempo eliminati, e nel frattempo in quei fossi si buttano rifiuti di ogni genere”.

“Chiedo un immediato intervento del sindaco di Carrara e del Presidente della Provincia – chiude l’esponente di Forza Italia – perché non è tollerabile una situazione di questo genere, sia perché basterebbero qualche telecamera e un’opera di bonifica di Nausicaa per riportare il territorio in condizioni dignitose”.