Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

È ufficiale, da oggi Lunigiana terra dantesca: lo dicono anche i cartelli sull’A15

Il giusto riconoscimento per quei comuni che da tempo stanno investendo nella figura del Sommo e nella sua permanenza proprio qui

MULAZZO – Ora si può finalmente dire: la Lunigiana è una terra dantesca, e il Sommo lo dice già, nella sua opera Divina, che questo è un territorio speciale per lui dove, durante il suo esilio, vi ha chiaramente lasciato il cuore; infatti, per chi non lo sapesse, la Lunigiana compare nella Commedia ben tre volte, a rimarcare l’affetto per il luogo e le genti che lo abitavano.

E così, Lunigiana terra dantesca, diventa un brand pubblicitario per attrarre turisti nella terra della Luna. Ma, d’altronde, è il giusto riconoscimento per quei comuni che da tempo stanno investendo nella figura di Dante e nella sua permanenza proprio qui. Tra questi, il Comune di Mulazzo che ha reso il paese capoluogo un vero e proprio scrigno all’interno del quale è possibile conoscere tutto ciò che del Sommo ci piacerebbe sapere, inaugurando, addirittura, un parco tematico e una via, la Via Dantis, unica nel suo genere in tutta Europa.

«Da oggi – commenta il sindaco Claudio Novoa sui social – possiamo ammirare i nuovi cartelli che valorizzano e promuovono la Lungiana anche come terra dantesca. Un’occasione turistica straordinaria per questa terra affascinante e misteriosa con i suoi oltre 100 castelli, i borghi caratteristici, le Statue stele, la ricchezza, la biodiversità e le varie tradizioni folkloristiche presenti ovunque e fuse a un patrimonio enogastronomico eccellente. Ringraziamo il concessionario Salt Spa e la struttura tecnica per aver aderito e collaborato alla realizzazione di questa nostra iniziativa nell’illustre appuntamento dantesco. Un’occasione per far conoscere la Lunigiana ai milioni di turisti che transiteranno lungo questo tracciato.»

La fotografia ritrae il Dante di Mulazzo, opera dello scultore Arturo Dazzi a rappresentare l’orma dantesca difusa in tutta la Lunigiana, ed è stata realizzata dal mulazzese Raffaele Botta.