Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Spiaggia ex Bagno Marino, le postazioni tornano prenotabili: il sindaco firma l’ordinanza

Gli stalli prenotabili potranno essere fruiti per l’80% del totale dai residenti, da proprietari di seconde case e ospiti di strutture ricettive site nel territorio comunale, per il restante 20% da non residenti

Più informazioni su

MARINA DI CARRARA – Firmata dal sindaco di Carrara Francesco De Pasquale l’ordinanza per regolamentare l’accesso alle spiaggia libera posta tra gli stabilimenti balneari Graziella e Paris per la stagione estiva 2021 (ex Bagno Marino). È possibile prenotare le postazioni collegandosi al sito www.beacharound.com. Il nuovo provvedimento, che revoca il precedente (ordinanza n.90/2021) in cui si vietava lo stazionamento sul tratto di spiaggia posto tra gli stabilimenti balneari Paris e Graziella, è finalizzato a garantire l’utilizzo del tratto di arenile in sicurezza. Dato che la stagione balneare è in pieno svolgimento, in attesa del pronunciamento definitivo da parte del Tribunale riguardo alla concessione per quel tratto di arenile, il Comune di Carrara ha disposto una soluzione temporanea.

«Ai fini dello stazionamento su questo tratto di spiaggia libera – specifica Palazzo civico – sono stati predisposti 60 stalli, di metri 3,50 x metri 3,00, con un metro di distanza tra ognuno, mediante l’utilizzo di paletti in legno e corde; sono stati creati appositi percorsi per accedere al mare e per risalire dal mare. Al fine di limitare gli accessi ed evitare possibili assembramenti causati da spostamenti di persone da altre zone senza la possibilità di veder garantito lo spazio all’interno delle spiagge, si potrà accedere per lo stazionamento previa prenotazione obbligatoria, da effettuarsi collegandosi al sito www.beacharound.com, nelle seguenti giornate: 30 e 31 luglio; nei giorni 1, 6, 7, 8, 27, 28, 29 agosto e dal 12 al 22 agosto; dal 1° al 15 settembre, nei giorni 4, 5, 11 e 12».

«Gli stalli prenotabili – aggiunge il Comune – potranno essere fruiti per l’80% del totale dai residenti, da proprietari di seconde case e ospiti di strutture ricettive site nel territorio comunale, per il restante 20%, da non residenti. L’accesso limitatamente alle giornate di prenotazione obbligatoria, sarà vigilato mediante la presenza di uno steward. Al fine di garantire una maggiore fruizione della spiaggia libera, le prenotazioni verranno divise in due turni: un turno antimeridiano dalle ore 9.00 alle 13.30 e un turno pomeridiano dalle ore 14.00 alle 18.30. La prenotazione potrà essere fatta esclusivamente per un turno e, qualora alla scadenza del turno prescelto rimangano stalli disponibili non riservati, potrà essere effettuata una nuova prenotazione. Le prenotazioni avranno validità fino a 30 minuti dall’inizio della fascia oraria prescelta; trascorso tale periodo la prenotazione sarà annullata e l’utente riceverà comunicazione sulla mail utilizzata per la prenotazione stessa. Non sarà consentito stazionare al di fuori degli stalli appositamente predisposti. Si ricorda che, trattandosi di una soluzione transitoria, la spiaggia al momento non è attrezzata per l’accesso alle persone disabili, che possono usufruire delle altre tre spiagge libere comunali, Idrovora, Rotonda e Fossa Maestra. Attualmente non è stato possibile nemmeno installare i servizi igienici, che sono comunque disponibili per gli utenti presso la vicina spiaggia della Rotonda».

Sul nuovo tratto di spiaggia libera è vietato l’accesso a tutti i cani, dalle ore 7:30 alle 20.30 a eccezione dei cani bagnini per servizio di primo soccorso, cani guida per non vedenti, cani delle forze dell’ordine in servizio, unità cinofile preparate al salvataggio nautico in possesso di apposito brevetto di salvataggio, che dovrà essere esibito al momento del controllo. L’ordinanza prevede, infine, che sia assicurata la generale applicazione a quanto previsto nell’ordinanza sindacale n. 92/2021 del 17 giugno 2021 avente ad oggetto “Spiagge libere comunali. Misure applicative per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da covid-19”.

Più informazioni su