Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Linea metropolitana Massa-Pisa, Barotti scrive ai sindaci della Toscana e ai presidenti di Regione

Più informazioni su

MASSA – Il consigliere di Arcipelago Massa Andrea Barotti ha scritto al Presidente della Regione Liguria Dott. Giovanni Toti ed al Presidente della Regione Toscana Dott. Eugenio Giani, oltre che ai Sindaci di Firenze, Pisa, Lucca, Livorno, per rilanciare l’idea del primo cittadino lericino e ipotizzare, con la realizzazione della linea Massa – Pisa, una metropolitana di superficie interregionale che metta in comunicazione un tratto della costa ligure, vicina alla provincia di Massa Carrara, con il sistema di mobilità promosso da Nardella, Salvetti, Conti e Tambellini.

“L’immobilismo delle Amministrazioni Apuane rischia di far perdere un’occasione di rilancio economico ma anche un’opera potenzialmente strategica per due regioni – sostiene Barotti -. Trovo da cittadino, imprenditore e da consigliere comunale priva di qualsiasi logica motivazione il silenzio, l’indifferenza verso una proposta, un progetto che ci metterebbe in rete con gli aeroporti toscani, che renderebbe vicine le eccellenze sanitarie, che unirebbe gli scali marittimi di Spezia, Carrara e Livorno, che creerebbe un circuito turistico di notevolissimo interesse.
Il nostro territorio, per posizione geografica (“ponte” tra due regioni), non sarebbe più un’area marginale, di confine della Toscana. Il Sindaco di Lerici sta offrendo alle nostre Comunità una grande occasione, pensiamo soltanto alla
possibilità di mettere insieme la bellezza del Golfo dei poeti con le nostre montagne (da difendere e meglio valorizzare) e gli altri tesori che dovremmo meglio custodire e rendere fruibili. Il rischio che lo stagno, la palude della politica locale impedisca alla città di Massa di tornare a crescere mi ha spinto, pur essendo un semplice consigliere comunale di minoranza, a rivolgermi a Toti e Giani chiedendo che la questione diventi un tema di politica regionale cosicché si avvii un confronto tra i presidenti, i Consigli regionali per verificare la percorribilità dell’iniziativa ed in caso positivo superare, con la forza della buona politica, l’inerzia dei Sindaci della costa Apuana”.

“La tratta Massa- Pisa – prosegue il consigliere – è fondamentale per consentire alla metropolitana di superficie della costa nord Toscana di collegarsi alla “metropolitana del Golfo dei Poeti” proposta dal Sindaco Paoletti perciò il Presidente Giani potrebbe, inizialmente, dare impulso ad un confronto con gli Amministratori. Tale azione sarebbe facilitata se anticipata da una presa di posizione degli eletti in sede regionale e nazionale; sul punto, capisco il mutismo di Fantozzi, consigliere di F.D.I., poiché per il “patriota” è imbarazzante mettere in difficoltà la Giunta sovranista Persiani nonché difficile sostenere, immaginiamoci chiedere il potenziamento di un progetto apprezzato da Eugenio Giani e dal segretario nazionale del PD Enrico Letta mentre mi è molto meno chiara l’inattività di Giacomo Bugliani o della deputata, tra l’altro Presidente della Commissione attività produttive, Martina Nardi. L’On.le Nardi è intervenuta per il progetto PINQUA di Casette, abbandonato, in precedenza, per ragioni tecniche e urbanisticamente discutibile (sarà opportuno esaminare il piano di riqualificazione odierna anche per quanto concerne, ad esempio, gli eventuali espropri), ha scritto per gli argini del Frigido a cantiere aperto, ha preso, in passato, carta e penna per i marciapiedi di Via Palestro e, stranamente, i cittadini non trovano un suo articolo sulla proposta del Sindaco di Lerici o sull’idea di una metropolitana che parta dal Comune di Levanto, tocchi Massa, Pisa,
Lucca, Livorno e Firenze. Il mio attacco spero induca l’On.le Nardi, gli altri eletti a replicare così i cittadini conosceranno il pensiero dei loro rappresentanti mentre i militanti del PD sapranno se i loro esponenti siano sulla
stessa linea del Presidente Giani, del Segretario nazionale Letta, dei Sindaci Nardella, Salvetti, Conti, Tambellini o se, invece, siano dalla parte di chi, come l’Amministrazione sovranista Persiani, resta in silenzio; un silenzio che potrebbe essere timore di esporsi o assenza di soluzioni alternative per impedire l’isolamento e l’ulteriore arretramento del nostro territorio. Le “grandiose” iniziative che, ad oggi, abbiamo visto per la ripartenza sono state il rifacimento di alcune piazze, i luna Park, la ruota panoramica, la riapertura di cave dismesse ed ora l’ostello, la
fattoria didattica, i centri ricreativi, gli alloggi popolari del progetto PINQUA; lascio ai lettori commentare”.

“Spero in una risposta dei Presidenti Giovanni Toti ed Eugenio Giani – chiude Barotti – ad ogni buon conto scriverò ai Ministri competenti affinché la proposta di un “ponte” tra la “metropolitana del Golfo dei poeti” promossa dal Sindaco di Lerici e la “metropolitana della costa Nord Toscana” possa essere realizzato”.

Più informazioni su