Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Via libera ai 14,8 milioni: ecco come rinascerà l’ex campo profughi di Marina di Carrara foto

Il sindaco De Pasquale soddisfatto: «Abbiamo saputo cogliere una grande occasione»

Più informazioni su

MARINA DI CARRARA – Il progetto per il recupero e la valorizzazione dell’ex Colonia Vercelli presentato dall’amministrazione comunale di Carrara nell’ambito del bando per l’attuazione del “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare” (Pinqua) è stato inserito nell’elenco dei progetti finanziati dal Ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile. Questo significa che la proposta dell’amministrazione carrarese, nata dalla collaborazione tra il Settore Politiche Sociali e quello delle Opere Pubbliche, si è aggiudicata un finanziamento da 14.827.962,59 euro che serviranno a coprire tutte le spese, dal completamento dell’iter di progettazione alla realizzazione delle opere.

«Avevo definito questo bando una grande occasione e oggi possiamo dire di essere riusciti a coglierla. Il lavoro però è appena iniziato: le scadenze sono serrate e serve ancora la massima dedizione di tutti per conseguire l’obiettivo. La posta in gioco è davvero alta e non solo in termini di risorse: si tratta di trasformare un’area strategica della città, abbandonata da decenni e farla diventare un luogo bello e vivo, in grado di offrire nuove opportunità ai giovani e alle famiglie» ha dichiarato il sindaco Francesco De Pasquale, rivolgendo un ringraziamento « a tutti coloro che si sono impegnati in modo instancabile per questo bando, e in particolare l’Ingegner Massimo Giorgi e la dottoressa Cinzia Benedetti, oltre agli assessori Anna Galleni e Andrea Raggi»

Il progetto dell’amministrazione, messo a punto in fase preliminare da “Donadel Studio di Progettazione”, prevede la completa riqualificazione e valorizzazione dell’area: nella zona del cosiddetto Capannone Carnevale è prevista la realizzazione di alloggi di edilizia popolare, per l’asilo notturno e il “dopo di noi”; nella pineta antistante sarà ricavato un parco fruibile, aperto e inclusivo; l’Ex Campo Profughi sarà completamente ristrutturato e andrà a ospitare, al piano terra un cinema/teatro e un ristornate e, al piano superiore, uno spazio per attività culturali rivolte a giovani e/o bambini; il Pallone sarà completamente rinnovato e destinato ad attività sportive e rivolte ai giovani e anche la zona della Caserma dei Carabinieri sarà ripensata, incluso l’immobile che ospita i militari.
Ai fondi previsti inizialmente dal bando, 400 milioni di euro, sono stati aggiunti 2,8 miliardi di euro del Fondo Complementare al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per un totale complessivo di 3,2 miliardi di euro. Gli indicatori utilizzati per definire la graduatoria dei progetti hanno tenuto conto sia della superficie residenziale che viene recuperata dal progetto, sia della maggiore inclusività sociale che esso genera, anche tramite il coinvolgimento nella successiva gestione dell’intervento da parte del terzo settore.

L’inserimento in graduatoria è solo il primo di una serrata serie di tappe da percorrere per arrivare alla realizzazione del progetto: il prossimo passaggio sarà quello della presentazione dei progetti definitivi ed esecutivi entro i primi mesi del 2022. Successivamente partirà l’iter del bando di gara per i lavori e l’apertura dei cantieri con l’obiettivo di restituire alla città l’area, rinnovata e valorizzata, entro il 2026.

Più informazioni su