Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Grazie Carrara, grazie casa». Federico Bernardeschi riceve l’Alta Benemerenza Civica foto

La cerimonia nella sala consiliare del Comune di Carrara. Il sindaco: «Il campione sia un esempio per le nuove generazioni, che non sempre oggi prendono strade positive»

CARRARA – «Grazie Carrara, grazie casa». Sono parole piene d’affetto, accompagnate da un volto visibilmente emozionato, quelle di Federico Bernardeschi, accolto questa mattina nella sala consiliare del Comune di Carrara per la consegna dell’Alta Benemerenza Civica. Un riconoscimento prestigioso da parte della città che lo ha visto crescere e diventare campione. La città in cui ha mosso i primi passi sul rettangolo verde, e in cui dieci giorni fa si è celebrato il suo matrimonio con la showgirl Veronica Ciardi. La proposta è stata approvata all’unanimità, con tutti i consiglieri comunali in piedi per applaudire il concittadino campione di Euro 2020.

«Qui mi avete sempre fatto sentire a casa, e questo è qualcosa di meraviglioso – ha detto Bernardeschi di fronte ad un consiglio comunale senza pubblico per ragioni di sicurezza legate all’epidemia – Ricevere questo riconoscimento è motivo di orgoglio per me e per tutta la mia famiglia». E dopo che il sindaco Francesco De Pasquale gli ha fatto notare come il suo percorso sportivo e professionale debba rappresentare un esempio per i giovani di oggi, ha aggiunto: «Essere un esempio per i giovani è una grandissima responsabilità: ogni giorno quando si fa questo mestiere si è sotto i riflettori, e purtroppo devi sbagliare il meno possibile. Ma non sbagliare, ovviamente, è impossibile. Io cerco sempre di fare il mio meglio e di rappresentare un punto di riferimento, per i miei figli e per tutti quei bambini che stanno crescendo con il sogno del pallone e con questa passione dentro. A loro vorrei dire di non arrendersi mai, perché nelle difficoltà vengono fuori l’uomo, il sogno, il cuore e la passione. Qualsiasi cosa accada in futuro, non smettete mai di sognare, andate avanti e credeteci».

«Federico è nato e cresciuto qua – ha detto il sindaco De Pasquale – ha frequentato le squadre giovanili da noi, ha investito in città e si è sposato in città, dimostrando sempre grande attaccamento a Carrara. Il suo esempio è importante, e lo dico da sindaco ma anche da insegnante, nei confronti delle nuove generazioni. Purtroppo oggi si assiste a episodi spiacevoli, soprattutto nell’ambito della “movida”, e spesso i giovani finiscono per prendere strade non particolarmente positive. Federico ha trovato nello sport una strada importante: la sua esperienza rappresenti un esempio per togliere le nuove generazioni dalla strada».

Prima della consegna, il presidente del consiglio Michele Palma ha ricordato la motivazione per cui è stato deciso di assegnare al campione della Nazionale il prestigioso riconoscimento: “Partendo dai settori giovanili delle società carraresi, si è allenato e formato in prestigiosi club italiani distinguendosi nelle massime competizioni a livello mondiale. Ha contribuito alla vittoria del titolo europeo UEFA EURO 2020 segnando uno dei rigori decisivi nella finale disputata a Wembley  il giorno  11 luglio 2021. Ha recato prestigio a Carrara, manifestando sempre con orgoglio l’affetto e il suo legame con la Città”. «La nostra città è molto prolifica di campioni dello sport – ha ricordato poi Palma – Buffon per il calcio, Musetti per il tennis. E c’è un campione paraolimpico, Spagnoli, che in questo momento è in Repubblica Ceca per una gara dei mondiali. Ma non basta essere bravi. Se oggi siamo qui a consegnare questo premio è perché Federico, nel fare questo percorso, ha dimostrato un attaccamento alla città, portando il nome di Carrara in giro per il modo e facendolo in maniera esemplare».