Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Sale indisponibili a Palazzo Ducale, Persiani: «Cosa sta facendo la Provincia per risolvere le problematiche?»

Il primo cittadino: «Sarebbe utile che la cittadinanza venisse messa al corrente sullo stato delle nobili stanze del Palazzo più importante della città. Non vorremmo che come i ponteggi, che sono lì da anni, anche le stanze interne restassero chiuse a tempo indeterminato»

MASSA – “Credo sia interesse di tutti capire cosa stia facendo la Provincia per risolvere le problematiche, e soprattutto in cosa consistano e quanto tempo ci vorrà per risolverle. Non vorremmo che come i ponteggi che circondano il Palazzo Ducale da anni, anche le stanze interne restassero chiuse a tempo indeterminato”. Esprime preoccupazione, in una nota, il sindaco di Massa Francesco Persiani a proposito dell’indisponibilità delle sale di Palazzo Ducale, che l’amministrazione leghista avrebbe voluto sfruttare per la realizzazione di alcuni eventi. “Che la cultura a Massa stia assumendo contorni sempre più ampi ed una qualità maggiore credo sia innegabile, così come non si può mettere in dubbio il fatto che l’enorme impegno dell’amministrazione comunale sia finalizzato ad abbracciare ogni tipo di pubblico senza tralasciare il valore artistico – afferma il primo cittadino -. In quest’ottica, resta il rammarico della indisponibilità, per una ragione o per l’altra, indipendente dalla volontà di questa amministrazione,  delle sale di Palazzo Ducale, il cui utilizzo ci avrebbe permesso, e permetterebbe in futuro, la realizzazione di molti eventi. Pare inoltre che, per ragioni che speriamo di comprendere quanto prima, ad oggi non esplicitate, la Provincia non sia intenzionata a stipulare una nuova convenzione che darebbe, non solo la possibilità al nostro ente di organizzare mostre di un certo livello, ma di dare anche il massimo lustro ad un bene importante quale è Palazzo Ducale. Tale mancato rinnovo della convenzione, ad esempio, non ci ha consentito di poter ospitare la mostra dedicata a Cybei  promossa dall’Accademia di Belle Arti, che avrebbe permesso a Massa un ulteriore salto di qualità”.

“Anche la Sala degli Specchi – continua Persiani – nonostante al comune di Massa non venga rinnovata la convenzione, ha già ospitato diverse esposizioni a conferma che può essere teatro di molte belle iniziative. L’amministrazione comunale non ha più avuto informazioni neppure in merito al Salone degli Svizzeri per cui sarebbero necessarie alcune verifiche ed interventi di messa in sicurezza:  sarebbe utile che la cittadinanza venisse messa al corrente sullo stato delle nobili stanze del Palazzo più importante della città. Credo sia interesse di tutti capire cosa stia facendo la Provincia per risolvere le problematiche, e soprattutto in cosa consistano e quanto tempo ci vorrà per risolverle. Non vorremmo che come i ponteggi che circondano il Palazzo Ducale da anni, anche le stanze interne restassero chiuse a tempo indeterminato. Analoghe limitazioni riguardano il Centro congressi di Marina di Massa, concesso dalla Provincia ad altri enti, ma di cui non viene data piena disponibilità a questa amministrazione”.

“Da parte nostra – chiude il primo cittadino – non possiamo che renderci disponibili a collaborare, nel rispetto delle diverse competenze e prerogative, per restituire queste importanti sedi di rappresentanza alla città intera. Mi aspetto, e mi auguro fortemente, che le condizioni possano cambiare e di poter trovare nel Presidente Lorenzetti un confronto improntato alla trasparenza e alla correttezza istituzionale, che sappiamo essere alla sua portata”.