Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Referendum e amministrative, Matteo Salvini lancia la campagna a Massa-Carrara: «Presto i candidati» foto

Piazza Ingolstadt blindata questa mattina a Marina di Carrara per l'arrivo del segretario della Lega in tour per promuovere la raccolta firme per la consultazione sulla giustizia. Venerdì sera tappa a Montignoso dove ha incontrato il sindaco di Massa, Persiani

MASSA-CARRARA – Piazza Ingolstadt blindata questa mattina a Marina di Carrara per l’arrivo del segretario della Lega, Matteo Salvini, in tour per promuovere la raccolta firme del referendum sulla giustizia. Un ingente spiegamento di forze dell’ordine per gestire la sicurezza di una manifestazione che ha visto la partecipazione di un centinaio di partecipanti. Isolati tentativi di contestazione da parte di qualche anarchico e di Nando Sanguinetti dell’Anpi, accompagnato da un gruppetto colorato di giovani vivaci.

Verso le 10.45 arriva, presso i gazebi allestiti in piazza Ingolstadt, “Il capitano” e il suo seguito di collaboratori. Saluta calorosamente con abbracci e strette di mano i militanti operativi ai banchetti e, rivolto al pubblico della piazza inizia il suo intervento: «Firmare per questo referendum significa avere processi veloci, significa che anche i magistrati come tutti gli altri lavoratori se sbagliano pagano e significa tagliare un po’ di politica dai tribunali perché io purtroppo ci entro ultimamente abbastanza spesso nei tribunali e sappiamo benissimo che per qualcuno c’è un tipo di legge e qualcun altro c’è un altro tipo di legge. Io il 15 settembre sono in tribunale a Palermo per rispondere dell’accusa di sequestro di persona aggravato e continuato perché ho difeso il mio Paese, l’ho fatto con orgoglio e lo rifarò con orgoglio. Il tour oggi e domani continuerà in tutta la Toscana e domani alle nove davanti alla televisione spero di inginocchiarmi, non prima ma alla fine della partita. Letta si inginocchia prima, io dopo».

Dopo gli applausi dei suoi sostenitori continua l’ intervento: «La Toscana è terra di lavoro, è terra straordinaria. Ieri sera ero a cena con alcuni uomini e donne di Carrara e mi hanno detto che l’anno prossimo dobbiamo fare il miracolo a Carrara dopo 70 anni: se voi siete pronti, noi siamo pronti. Con una bella squadra in gamba che coinvolge anche gente al di fuori dei partiti, imprenditori, insegnanti, studenti, giovani, precari, liberi professionisti. Se invece di essere altrove siete qua a fare la fila per firmare questi referendum vuol dire che siamo sulla strada buona. Noi non promettiamo miracoli ma promettiamo di combattere in parlamento per avere un po’ meno tasse, meno tasse e più lavoro per i ragazzi e le ragazze di questo Paese».

In conclusione, incalzato sulla questione delle elezioni comunali per Carrara del prossimo anno, ha aggiunto: «Prima si parte e meglio è, l’appello che faccio a tutti i partiti del centrodestra è di ritrovarsi entro l’estate per formare un fronte compatto che possa interrompere a Carrara i 70 di storia di sinistra che ha alle spalle e spero che ne abbia altrettanti di Lega e centrodestra nel futuro. Questo sarà realizzabile con progetti concreti, con quello che abbiamo proposto a Pisa, Siena, Pistoia, Arezzo che hanno scelto di cambiare nei mesi e negli anni scorso. Qualche idea per il sindaco ce l’abbiamo». Alla fine del suo discorso si sposta in galleria per l’immancabile giro di selfie coi suoi sostenitori, saluta, se ne va. Fra i gazebo del Carroccio si aggira anche Simone Caffaz, tra i papabili candidati a sindaco del centrodestra, il quale però, a domanda specifica, non rilascia dichiarazioni.

La visita di Matteo Salvini nella provincia di Massa-Carrara era iniziata ieri sera al Cinquale di Montignoso dove, tra gli altri, ha incontrato anche il sindaco di Massa Francesco Persiani che poi ha dichiarato: «Stasera (ieri sera, ndr), alla presenza di Matteo Salvini, ho firmato per il referendum sulla giustizia. Da sempre, su questo tema, il centrodestra porta avanti temi ben precisi che ho condiviso fin da quando ero presidente della Camera Penale di Massa-Carrara. Spero che i quesiti referendari arrivino presto alle canoniche 500 mila firme ed invito tutti i cittadini ad informarsi bene sui quesiti in oggetto».

Sempre ieri sera il leader del Carroccio ha incontrato anche i rappresentanti della Croce Azzurra che gli hanno voluto donare la maglia ufficiale della Pubblica assistenza Croce Azzurra Massa e Montignoso: «Ci ha fatto piacere ricevere le sue congratulazioni per il nostro lavoro svolto durante la pandemia covid, grazie a tutti i nostri volontari» hanno affermato.