Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Differenziata, balzo in avanti a Carrara: +17% rispetto al 2020. E arrivano gli sconti sulla Tari

L'orgoglio dell'assessore Scaletti: «Grazie ai cittadini». Cimino (Nausicaa): «L'attenzione all'ambiente paga sempre. Incentivati a fare sempre meglio»

CARRARA – E’ un notevole passo in avanti quello che hanno compiuto i cittadini di Carrara alle prese con il nuovo sistema di raccolta rifiuti. Nei primi sei mesi del 2021 il sistema “porta a porta” e i “cassonetti intelligenti” hanno portato ad un incremento della differenziata fino a una percentuale del 55%, 17 punti in più rispetto allo scorso anno. A fare il punto ci ha pensato in conferenza stampa l’assessore all’ambiente Sarah Scaletti che, prima di iniziare a snocciolare tutti i dati, ha voluto dire un “grazie” ai cittadini che “hanno capito il lavoro che è stato fatto ed hanno capito l’obiettivo”. “Loro – ha sottolineato l’assessore – sono i primi protagonisti di questo risultato”. Sono tanti gli aspetti positivi che emergono da questo primo bilancio, a cominciare dai numeri: +21% sulla carta, +58% sull’organico, +44% sulla plastica, +21% sul vetro, +28% sul verde e + 31% sul cartone. Ma soprattutto – e questo è il dato più significativo – un -30% sull’indifferenziato, che passa da 10.822 tonnellate del primo semestre del 2020 a 7.594 tonnellate nello stesso periodo del 2021. Un risultato decisamente confortante, specialmente se si considera che avere meno indifferenziato significa avere anche meno quantitativi da mandare in discarica.

“Alla luce di questi risultati – ha annunciato poi Scaletti – dal prossimo anno le famiglie avranno una riduzione della Tari del 2,5% sulla parte variabile della tariffa, e questo sconto è ulteriormente incrementabile se i dati miglioreranno ulteriormente. Proprio per stimolare i cittadini, da quest’anno abbiamo previsto un nuovo incentivo ancor più premiante: se la raccolta differenziata sarà superiore al 65% le famiglie avranno uno sconto pari al 3%”. In ogni caso, l’assessore ha tenuto a precisare che “il risultato raggiunto non deve essere considerato assolutamente come un punto di arrivo”. “Abbiamo i margini per crescere: una parte del territorio non è ancora servita da una raccolta differenziata “strutturata”. I paesi a monte, ad esempio, meritano lo studio di un piano ad hoc, su cui stiamo ragionando”.

Fondamentale in questo percorso è il contributo della multiservizi del Comune di Carrara Nausicaa, che con l’estensione del porta a porta e l’introduzione dei cassonetti ad accesso controllato ha impiegato 27 operatori in più. “Due innovazioni importanti – ha commentato il presidente Luca Cimino – che hanno richiesto un po’ di sforzo e un maggiore impegno ai cittadini, ma anche alla nostra azienda. Come vediamo, sono arrivati risultati importanti e in tempi brevi, il che non può che rappresentare un incoraggiamento per i cittadini e un incentivo per l’azienda a fare sempre meglio. Perché l’attenzione all’ambiente paga sempre”.

Tra le ultime novità a Carrara in tema di differenziata c’è anche l’adozione, da parte del consiglio comunale, del nuovo regolamento relativo alla pratica del compostaggio domestico, che ha incrementato gli sgravi per chi fa il compost. Per gli utenti che usufruiscono del servizio di raccolta differenziata per la frazione dell’organico lo sconto è del 6% ; per coloro che non hanno accesso al servizio, come i paesi a monte, si sale al 10%. Iniziativa, questa, riservata alle famiglie che abbiano in disponibilità un terreno e che effettuino il compostaggio in modo continuativo e non occasionale. Per beneficiare degli sgravi gli utenti dovranno presentare apposita istanza al Comune di Carrara, un passaggio a cui sono tenuti anche coloro che avevano già sottoposto la richiesta in passato. Il municipio si riserva la facoltà di effettuare controlli. Per informazioni e dettagli è possibile rivolgersi all’Ufficio Ambiente del Comune di Carrara al numero 0585 641572.