Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Frigido, via al ripopolamento con la trota Fario: accordo tra Comune e Aps Apuania foto

L’associazione massese di promozione sociale per la pesca sportiva si impegna a effettuare tramite i propri associati un’azione di monitoraggio ambientale lungo il corso d’acqua e i suoi affluenti

Più informazioni su

MASSA – “Frigido sorgente di vita” è il nome del progetto per la tutela e la salvaguardia dell’ecosistema del Frigido proposto dall’Apuania Frigido Aps che l’amministrazione comunale, tramite l’assessorato all’Ambiente di Paolo Balloni, ha deciso di sostenere per l’anno in corso con un contributo omnicomprensivo di 3mila euro. L’associazione massese di promozione sociale per la pesca sportiva si impegna a effettuare tramite i propri associati un’azione di monitoraggio ambientale lungo il corso d’acqua e i suoi affluenti, torrente Renara e Fosso Antona, per segnalare la  presenza di discariche e di rifiuti abbandonati, di raccoglierli con il contributo di volontari in collaborazione con Comune ed Asmiu promuovendo una serie di giornate ad hoc e, soprattutto, di avviare un intervento di ripopolamento del fiume con la trota Fario mediterranea, la specie autoctona presente nel Frigido.

“Negli ultimi anni – spiega Massimo Mattei, presidente e rappresentante legale dell’associazione Apuania Frigido – il numero di esemplari della trota Fario Mediterranea nel nostro fiume è notevolmente diminuito sia perché minacciata da predatori alloctoni come i cormorani, ormai divenuti di casa, che distruggono le freghe delle trote sia per la presenza di rifiuti antropici abbandonati come le plastiche. La nostra associazione, fatta di amanti di pesca sportiva sul fiume, mira a unire la nostra passione alla tutela ambientale e alla salvaguardia dell’ecosistema fluviale. Il progetto che abbiamo sottoposto al Comune propone una serie di immissioni scaglionate nell’anno di esemplari di trota Fario per ripopolare il fiume al fine di ripristinare l’ecosistema originario e ridare letteralmente vita al Frigido. L’intento nella fase sperimentale è di monitorare per tutto un anno l’adattamento degli esemplari provenienti da allevamenti ittici certificati della Garfagnana al nuovo habitat e di controllarne la diffusione. Unitamente al nostro progetto di ripopolamento del Frigido ci impegniamo a segnalare agli uffici comunali del settore ambiente il rinvenimento di rifiuti e scarichi abusivi lungo l’asta fluviale, di fornire con cadenza trimestrale un rapporto sulle attività avviate e di promuovere delle Giornate ambientaliste lungo il fiume collaborando con Asmiu per la rimozione di eventuali rifiuti rinvenuti”.

L’assessore Balloni dichiara: “L’Aps Apuania Frigido è una realtà che si è dimostrata affidabile e la ringraziamo per il progetto presentato; un ottimo progetto che l’amministrazione comunale ha ritenuto di supportare. Siamo felici che la nostra città potrà godere di queste attività, fondamentali per tutelare l’ecosistema fluviale e quindi l’ambiente in generale, in questo caso con la particolarità di prevedere anche l’immissione di esemplari di trota Fario per ripopolare il fiume.”

Più informazioni su