Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Inizia l’estate a volto libero (ma con la mascherina in tasca). E a Marina di Carrara c’è l’ordinanza anti-movida foto

Da oggi 28 giugno all'aperto il dpi potrà non essere indossato, fatto salvo per situazioni di assembramento. Criticata dagli esercenti il dispositivo del sindaco De Pasquale

MASSA-CARRARA – Basta con le mascherine indossate anche all’aperto. Da oggi lunedì, 28 giugno, è caduto infatti l’obbligo di portarle nei luoghi aperti, anche se dovranno essere sempre a portata di mano per quelli chiusi dove saranno sempre necessarie. Di fatto, stando alle indicazioni nazionali, sarà necessario indossarla anche in quelle situazioni nelle quali si potrebbero creare assembramenti.

Con la bella stagione e le vaccinazioni che proseguono si assiste al crollo dei contagi, come riporta l’agenzia di stampa Agi, nelle ultime settimane (arrivati ormai a meno di mille al giorno), cui ha fatto seguito quello dei ricoveri e dei decessi: le terapie intensive e i ricoveri ordinari sono al 3% di occupazione, ben sotto la soglia di allerta (fissata rispettivamente al 30 e al 40%), l’indice Rt è stabilmente sotto 1 da oltre un mese (ed è fermo da settimane a 0,68-0,69), l’incidenza precipitata ormai a 10 casi per centomila, a un livello che rende possibile il tracciamento dei contatti. L’attenzione è massima nei confronti della variante delta, arrivata secondo gli ultimi dati Iss a sfiorare il 17% di tutti i contagi covid nella Penisola, che probabilmente diventerà dominante entro l’estate, e potrebbe portare a un rialzo dei casi. Sarà fondamentale, viene ripetuto dal Governo, vaccinare a più non posso anche durante l’estate.

Non dover utilizzare la mascherina all’aperto rilassa gli animi tra tutti e i tormentoni dell’estate 2020 “Non ne posso più”, “Non respiro” potrebbero andare in pensione per lasciare spazio ad altri trend estivi diventati protagonisti, anche, del costume nazionale: la mascherina fissata al gomito, oppure in dei contenitori appositi. Il rilassamento generale, già a Carrara, sarà condito anche dalla gestione della vita notturna che sia con o senza mascherina.

Il sindaco Francesco De Pasquale, infatti, nei giorni scorsi ha firmato l’ordinanza – molto criticata dagli esercenti – per disporre la chiusura anticipata alle 2.00 dei bar nell’area di Marina di Carrara delimitata da Via Covetta – Via A. Pucciarelli – Viale D.Zaccagna – Via delle Pinete fino al confine con Massa – Viale G. da Verrazzano -Viale C. Colombo – Via Rinchiosa – Largo Marinai d’Italia – Viale A. Vespucci, compresa zona degli stabilimenti balneari – Via C. Fabbricotti fino al confine con Sarzana – Via Comano – Via Bassagrande – Via del Parmignola – Via Cà Marchetti – Via Pontremoli – Viale G. Galilei. Per gli esercizi di vicinato e media struttura di vendita, lo stop, invece, è fissato a mezzanotte. «La zona bianca non sia un liberi tutti» aveva affermato il primo cittadino.