Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Crematorio, non sarà realizzata una seconda linea. Emissioni ben al di sotto dei limiti di legge»

Soddisfatto il presidente della commissione Ambiente del Comune dopo l'incontro coi vertici di Nausicaa

CARRARA – Forno crematorio, la commissione Ambiente del Comune di Carrara ha ascoltato per un aggiornamento il presidente di Nausicaa, Luca Cimino, la direttrice Lucia Venuti e il geometra Giovannelli. «L’impianto di Turigliano – hanno riportato i vertici della multiservizi – è costantemente e puntualmente monitorato dagli enti preposti e dal personale di Nausicaa. Vengono svolte regolari manutenzioni che consentono di anticipare eventuali problemi o malfunzionamenti, il personale viene costantemente formato e sono stati ulteriormente migliorati gli impianti tecnologici interni in modo da garantire il massimo comfort agli operatori dell’impianto».

«Come presidente della commissione Ambiente – dichiara Giovanni Montesarchio – sono molto soddisfatto dei continui controlli che vengono svolti sulle emissioni dell’impianto e soprattutto sono confortato dai risultati ottenuti che sono ben al di sotto dei limiti di legge previsti. Vuol dire che le operazioni e la manutenzioni sono svolte al meglio e con l’obiettivo di  tutelare l’ambiente e il luogo di lavoro».

«Voglio concludere – dice ancora Montesarchio – mettendo a tacere alcune voci che riguardano la realizzazione di una seconda linea, infatti non solo non è prevista ma non è nemmeno stata ipotizzata. Come gruppo di maggioranza abbiamo sempre espresso la volontà di porre un tetto massimo al numero di cremazioni così da garantire una parità di bilancio operativo, non creare un business e tutelare l’ambiente e l’abbiamo fatto».