Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Emergenza abitativa, 150mila euro al secondo lotto della ex scuola di Ricortola

Approvato nell'ultima seduta del consiglio comunale di Massa l’adeguamento al Piano Triennale delle Opere. Lo stabile è già stato oggetto di un primo intervento che ha visto la realizzazione di quattro unità abitative

Più informazioni su

MASSA – Emergenza abitativa, 150mila euro andranno al secondo lotto della ex scuola di Ricortola. E’ quanto emerso dall’ultima seduta del consiglio comunale di Massa con l’approvazione dell’adeguamento al Piano Triennale delle Opere. Si procederà quindi alla realizzazione del 2° lotto della ex scuola di Ricortola da destinare a struttura di emergenza abitativa, dando così una risposta concreta ad una problematica centrale per l’amministrazione comunale. Lo stabile è già stato oggetto di un primo intervento che ha visto la realizzazione di quattro unità abitative. Il secondo lotto, da 150 mila euro, fondi del bilancio comunale, prevede il completamento dell’opera con la realizzazione di ulteriori quattro mini appartamenti di diverse metrature, dotate di servizi igienico sanitari, angolo cottura ed ingresso indipendente, l’adeguamento di altri locali, i necessari interventi agli impianti, l’abbattimento delle barriere architettoniche ed altri lavori di manutenzione interni ed esterni. L’obiettivo primario dell’amministrazione è sempre stato quello di superare l’utilizzo di strutture private convenzionate proprio tramite la ristrutturazione e riadattando locali di proprietà comunale e la realizzazione di questa struttura è un passo importante in quella direzione.

“Abbiamo fatto molto per uscire da una situazione critica, per quanto riguarda l’emergenza abitativa, ed offrire ai concittadini in difficoltà una soluzione migliore rispetto a quella che le famiglie hanno vissuto negli ultimi anni. Le strutture alberghiere hanno stanze ben più piccole degli alloggi che andremo a realizzare, senza opportunità di cucinare e non sono mai stata una risposta adeguata; piuttosto accentua il disagio di chi già vive in condizioni difficili” dichiara l’assessore al Sociale Amelia Zanti che ha fortemente voluto la realizzazione della struttura, che si va ad aggiungere alle varie operazioni, come il recupero di alloggi Erp, per contrastare l’emergenza abitativa.

“Oltre ai quattro appartamenti andiamo a completare alcune parti esterne così da offrire alle persone, che in un periodo particolare della loro vita si trovano in emergenza abitativia, una struttura idonea ed adeguata – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Marco Guidi – mettiamo a diposizione alloggi che danno sicuramente maggior sollievo rispetto ad una stanza alberghiera ed è uno spazio più dignitoso. E’ un segnale importante che il sindaco e l’amministrazione danno per superare l’emergenza abitativa”.

Più informazioni su