Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Fivizzano-mare tramite Traforo della Foce, il collegamento della Lunigiana con la costa è al vaglio

Il progetto è stato presentato al sindaco di Massa Francesco Persiani, che ha proposto la convocazione di tutti i sindaci della Lunigiana perché esprimano formalmente la volontà di realizzazione della grande infrastruttura

MASSA – Si è tenuta presso la sala Giunta del Comune di Massa una riunione per la presentazione al sindaco, Francesco Persiani, del progetto di massima della strada direttissima Fivizzano-Carrara e Carrara-Massa attraverso il Traforo della Foce. La riunione è stata sollecitata dal Centro studi “ A. De Gasperi” di Massa e dal “Comitato per Luigi Chinca” di Fivizzano, recentemente costituitosi dopo la scomparsa del prof. Chinca. Erano presenti, tra gli altri, il dr. Luciano Faenzi presidente del Centro studi “A. De Gasperi “con i consiglieri Giorgio Giromella e Ernesto Benedetti, e l’ing. Giovanni Giromella di Carrara.

Nell’apertura della riunione il dr. Faenzi ha ricordato le straordinarie figure dell’ing. Franco Ferrari e del prof. Luigi Chinca: il primo autore del progetto di Traforo della Foce del 1957, redatto su incarico dell’amministrazione provinciale di Massa Carrara e di quello aggiornato del 2010; il secondo ideatore e sostenitore appassionato del progetto cosiddetto Fivizzano – Mare, entrambi deceduti per Covid 19.

L’illustrazione di un nuovo progetto di Traforo della Foce è stata fatta dall’ing. Antonio Cirillo, mentre la nuova infrastruttura stradale Fivizzano-Carrara è stata presentata dagli architetti Franco e Filippo Menconi sulla base degli antichi progetti dell’ing. Franco Ferrari e dell’ing. Fausto Cerutti. E’ del tutto singolare come il primo progetto sul tronco stradale Carrara- Massa risalga al 1910, dietro l’interessamento dell’on. Chiesa; autore il geologo ing. Zaccagna che studiò la realizzazione di una tranvia fra Carrara e Massa che sottopassasse il contrafforte della Foce con un idoneo traforo. Purtroppo l’interessante progetto rimase inattuato.

Nel 1957 l’amministrazione provinciale di Massa Carrara deliberò la costruzione del Traforo della Foce. Del progetto esecutivo furono incaricati l’ing. Franco Ferrari e l’ing. Alberto De Negri, progetto purtroppo rinviato “sine die” per il diverso orientamento politico dell’amministrazione provinciale succeduta a quella che aveva conferito gli incarichi. Questo progetto costituiva il tratto terminale della direttissima Fivizzano- Mare, opera dell’ing. Fausto Cerutti, anch’esso approvato e mai realizzato.

Il Centro studi De Gasperi da molti anni si è impegnato nel rilancio dei due progetti di ammodernamento delle comunicazioni viarie Lunigiana – Carrara – Massa, indispensabile per dare unità e sviluppo alla Provincia. Il 30 ottobre 2010 il Centro organizzò un convegno sul tema:

“Il Traforo della Foce un progetto sostenibile” nel Palazzo Ducale di Massa. Vi presero parte attiva gli allora in carica Sindaci di Carrara Angelo Zubbani, di Massa Roberto Pucci e il presidente della provincia Osvaldo Angeli. In quella occasione l’ing. Franco Ferrari illustrò , con una documentata relazione, il progetto rinnovato rispetto a quello del 1957.

Inoltre dietro un’ulteriore pressione del Centro, il 1° agosto 2016, l’allora presidente della provincia avv. Ugo Malatesta, patrocinava un incontro a cui partecipavano il Sindaco di Massa Alessandro Volpi, il Sindaco di Carrara Angelo Zubbani, il Consigliere regionale Giacomo Bugliani e il prof. Luigi Chinca di Fivizzano. Anche, in quella circostanza, l’ing. Franco Ferrari presentava ai responsabili istituzionali l’ultima versione aggiornata del nuovo tracciato, confermando la sua volontà di farne dono ai Comuni di Carrara e di Massa e alla Provincia di Massa Carrara.

Nei primi del mese di settembre del 2018 una delegazione del Centro studi, composta dal presidente Luciano Faenzi, dal sen. Alcide Angeloni, dal prof. Giuseppe Mandorli, dal rag. Giuliano Persiani, dal geologo Primo Ferrari e dall’ing.Franco Ferrari, guidata dal consigliere regionale Giacomo Bugliani, si recava a Firenze per sottoporre il progetto di Traforo della Foce all’Assessore regionale Vincenzo Ceccarelli. L’incontro però rimase a livello interlocutorio.

«Il Centro Studi De Gasperi, – spiegano dai comitati – in vista della concreta prospettiva attuativa del Recovery Fund, ripropone, oggi, convintamente, la realizzazione dell’intera infrastruttura viaria Fivizzano-Carrara-Massa, che, non va dimenticato, collegherebbe più agevolmente la Lunigiana e la zona di costa apuano-versiliese con Reggio Emilia, con tutti gli incommensurabili vantaggi economici e culturali che l’attuazione di questo complessivo progetto potrebbe apportare all’intera Provincia di Massa-Carrara. Una Provincia, ricordiamolo, insignita di medaglia d’oro al V.M., un riconoscimento giusto e sacrosanto che richiedeva da parte dello Stato un riconoscimento legislativo con adeguati finanziamenti. Lo Stato colga ora questa straordinaria opportunità per aiutare concretamente questa Provincia, ultima in Regione in tutti i settori ,finanziando questa importantissima opera.»

Al termine degli interventi illustrativi del progetto complessivo, il sindaco Persiani ha espresso totale apprezzamento e sostegno per l’iniziativa del Centro studi De Gasperi, proponendo al Presidente della Provincia, Gianni Lorenzetti, la convocazione di tutti i sindaci della Lunigiana perché esprimano, con atti formali, la volontà di realizzazione della grande infrastruttura Fivizzano-Mare.