Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Carrara, via alla digitalizzazione del settore urbanistica. Bruschi: «Pratiche evase in due settimane»

L'amministrazione comunale ha modificato gli importi per le pratiche edilizie. «Gli incrementi tariffari risulteranno comunque bilanciati dal miglioramento del servizio di accesso»

CARRARA – Entra nel vivo l’iter di de-materializzazione degli archivi edilizi del Settore Urbanistica e SUAP avviato con la delibera 111 dello scorso 23 aprile. Per finanziare il percorso di digitalizzazione ed evitare che gli oneri ricadano sull’intera cittadinanza, visto che i costi del servizio di accesso agli atti sono drasticamente inferiori a quelli dei comuni limitrofi e non coprono le spese a carico dell’Amministrazione, il Settore Urbanistica e SUAP ha provveduto, attraverso apposita indagine di mercato, a definire le spese vive ricercando una soluzione che garantisse il massimo risparmio e la massima qualità qualità.

“L’obiettivo della digitalizzazione – spiega l’assessore all’Urbanistica Maurizio Bruschi – è quello di avvicinare la pubblica amministrazione alle esigenze degli utenti, siano essi cittadini, professionisti o imprese. Questo avviene anche attraverso una riduzione dei tempi di predisposizione dei documenti e dei provvedimenti. Inoltre, grazie alla digitalizzazione sarà possibile monitorare, in tempo reale, l’evolversi delle varie fasi dell’iter amministrativo”.

Sulla base di queste valutazioni, l’amministrazione ha modificato l’importo fisso di “ricerca e visura” previsto per ciascuna pratica edilizia incrementandolo dagli attuali 5 euro a 15 euro al fine di assicurare la generale copertura dei costi vivi. E’ stato inoltre introdotto uno specifico importo fisso per ogni singola pratica edilizia, fissato in 25 euro per i costi di scansione e creazione del fascicolo digitale. Infine è stata eliminata l’opzione dell’accesso “con urgenza”, in quanto non compatibile con la gestione del servizio “on demand” che comunque dovrà garantire una tempistica certa per l’evasione del servizio di sola scansione, fissato in circa 20 giorni.

“Gli incrementi tariffari – spiega ancora Bruschi – risulteranno comunque bilanciati dal miglioramento del servizio di accesso e dalla significativa riduzione dei suoi tempi di evasione che, in base alle stime effettuate dall’ufficio tecnico, potrà essere portato a circa due settimane”.

Le modifiche agli importi entreranno in vigore a partire dal 1 luglio 2021. Il provvedimento completo con tutti i dettagli sarà pubblicato a stretto giro all’albo pretorio sul sito del comune di Carrara.