Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Ecco come sarà la nuova pista ciclopedonale “Linea Gotica”. Lorenzetti: «A ottobre i lavori» foto

Il sindaco: «Lungo il percorso si potranno incontrare memorie e testimonianze nei luoghi simbolo della Resistenza, per non dimenticare mai la storia della nostra terra»

MONTIGNOSO – «Il progetto della pista ciclopedonale “Linea Gotica” è un progetto ambizioso che sarà appaltato nel mese di giugno con inizio lavori previsti ad ottobre. Un ulteriore investimento per rendere Montignoso sempre più vivibile, turisticamente attraente ed eco-sostenibile, che rientra a pieno titolo nel programma di rigenerazione urbana portata avanti in questi anni dall’amministrazione». Lo afferma il sindaco di Montignoso, Gianni Lorenzetti. La ciclopedonale della “Linea Gotica”, progettata dallo studio KK Architetti Associati, si svilupperà partendo dal Km 0 in prossimità del ponte sul fiume Versilia, dove è sita la statua dello scultore Vito Tongiani e il cippo che ricordano l’inizio della Linea Gotica.

«Una suggestiva particolarità – evidenzia il primo cittadino – sarà la possibilità di incontrare lungo il percorso memorie e testimonianze nei luoghi simbolo della Resistenza, per non dimenticare mai la storia della nostra terra, di tutte le donne e gli uomini che con enormi sacrifici ci hanno regalato la libertà. Il progetto pertanto non è solo quello di realizzare un’infrastruttura per la mobilità o la semplice riqualificazione di un importante spazio pubblico ma ambisce a realizzare un’infrastruttura culturale attraverso la creazione di focalpoint tematici distribuiti lungo il percorso in cui saranno raccolti brevi testi sulla storia del fiume e sulla LineaGotica raccontata oltreché dal punto di vista storico-didattico soprattutto attraverso brevi estratti di testimonianze di chi ha vissuto quell’esperienza drammatica».

«Grazie alla riqualificazione del sottopassaggio – aggiunge Lorenzetti – la pista sarà appositamente collegata con la ciclopedonale Tirrenica da poco terminata, seguirà poi il percorso di via della Libertà per riattraversare il fiume sul ponte di via Gramsci e immettersi nell’attuale “passeggiata romantica” lungo le sponde del fiume Versilia fino ad arrivare al Lago di Porta, creando quindi un circuito ad anello che permetterà di tornare verso il mare o, in alternativa, continuare la passeggiata verso le nostre splendide montagne. La mobilità urbana è in continua evoluzione, in quest’ottica diventerà sempre più importante essere in grado di progettare e investire su un’infrastruttura ciclistica sempre più fruibile e sostenibile, incoraggiando l’utilizzo e sviluppando una rete anche con i comuni limitrofi. Montignoso è pronta e noi ci siamo».