Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Fondo perduto per chi ha sostenuto costi fissi tutto l’anno»: le nuove richieste degli imprenditori ai Comuni

L'incontro a Massa tra il mondo Horeca apuano e i rappresentanti delle istituzioni locali. Tni Italia: «Primi risultati positivi, ora miglioriamo il dialogo»

MASSA – Nuovo incontro a Massa tra gli imprenditori del settore Horeca (hotel, ristoranti, bar e catering) e i rappresentanti delle istituzioni locali. La riunione è stata organizzata presso il ristorante Il Baraccone di Massa da Tni (Tutela Nazionale Imprese), che tiene a ringraziare il titolare Francesco Vignali. I responsabili locali dell’associazione hanno incontrato i rappresentanti dei Comuni di Massa e Carrara – l’assessore al Bilancio di Massa, Piero Baratta, l’assessore al Commercio di Massa, Paolo Balloni, e il Consigliere comunale di Carrara, Daniele Del Nero – ottenendo un tavolo di confronto con i sindaci per i prossimi appuntamenti. “L’incontro di ieri è stato costruttivo, abbiamo rilevato capacità e volontà nel voler aiutare le aziende del territorio – dichiara Andrea Piccinini, responsabile di Tni Massa – Il suolo pubblico è stato allungato a 150 metri, poi è stato aperto il bando Botteghe Storiche che attribuisce pregio e anche vantaggi economici alle attività”.

“Abbiamo chiesto che i fondi che devono arrivare siano istituiti a fondo perduto per le attività che hanno sostenuto i costi fissi per tutto l’anno – continua Piccinini -. Ci è stato detto che l’anno scorso c’è stato un disavanzo sui soldi stanziati per la Tari, ma è anche emerso che il 90% delle persone presenti non ne era a conoscenza. Quindi si è affrontato anche il tema del miglioramento della comunicazione tra Comuni e aziende”. In più, è stato istituito un documento che attesta i piatti tradizionali per le sagre storiche.
Tni, rimandando ai prossimi incontri, auspica che il dialogo con le istituzioni prosegua per trovare soluzioni efficaci che possano far ripartire al meglio le imprese del settore, gravemente colpite dopo oltre un anno di pandemia.