Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Massa, infermieri e commercianti si tendono la mano: sconti e promozioni nei bar e negozi del centro foto

Nasce l'iniziativa "Insieme voi per noi, noi per voi" dalla sinergia fra Confcommercio e l'ordine degli infermieri di Massa-Carrara. Venticinque, per adesso, le attività aderenti

MASSA – I commercianti e gli infermieri di Massa si tendono la mano a vicenda. Il loro è un ringraziamento reciproco: verso chi, in quest’ultimo anno, «ha sudato sangue per i cittadini della provincia», e per chi, dall’altra parte, «ha fatto tanto per il nostro ospedale durante i mesi più caldi della pandemia». A parlare sono Bruno Ciuffi, presidente provinciale di Confcommercio Massa-Carrara e Luca Fialdini, presidente dell’ordine degli infermieri di Massa-Carrara. E’ da uno spirito di squadra che nasce la loro iniziativa “Insieme voi per noi, noi per voi”. Un titolo che lascia poco spazio alle interpretazioni, e che evidenzia in modo chiaro l’intento della campagna. Venticinque, per adesso, le attività commerciali che hanno deciso di aderire a Massa. A segnalarle ci sarà una vetrofania che riporterà logo e nome dell’iniziativa. All’interno, invece, la possibilità per i 1928 iscritti all’ordine provinciale degli infermieri di usufruire di sconti e promozioni speciali. Il “grazie”, appunto, da parte di una rappresentanza del commercio massese.

La campagna è stata presentata in una conferenza stampa online. Tra i presenti, anche il presidente di Confcommercio Lucca e Massa-Carrara Rodolfo Pasquini e quello del Ccn Massa da Vivere (Centro Commerciale Naturale) Christian Lazzarelli. Il Ccn, infatti, sarà uno dei protagonisti dell’iniziativa. “Del resto – ha sottolineato Bruno Ciuffi – la maggior parte delle sue attività commerciali sono quelle che poi operano fattivamente nel centro di Massa. L’iniziativa – ha poi spiegato il presidente della Confcommercio provinciale – sottolinea quella che è la volontà e il piacere di poterci aiutare insieme. In una delle mie prime interviste dissi che ci possiamo salvare solo se ragioniamo tutti insieme. E questo “tutti insieme” oggi lo mettiamo in pratica unendo due realtà completamente diverse, ma che hanno pienamente rispetto l’una dell’altra. L’auspicio è che il progetto si ampli presto arrivando a coprire tutto il territorio provinciale”.

Anche per Christian Lazzarelli, presidente del Ccn, l’obiettivo è quello di ampliare la portata dell’iniziativa. “Questo è un inizio – ha detto – e speriamo che tanti possano aderire in corsa. Tutto il territorio deve essere unito: dobbiamo volerci bene”. E’ d’accordo con lui Luca Fialdini, presidente dell’ordine degli infermieri di Massa-Carrara: “Se stiamo vedendo uno spiraglio di luce in questa emergenza sanitaria è anche merito del territorio e dello spirito di solidarietà che si è instaurato tra cittadini e aziende: per questo abbiamo pensato di creare questa sinergia. E’ un modo per stare vicino ai nostri commercianti in un momento in cui l’emergenza diventa anche economica”.

La campagna verrà pubblicizzata sui social e attraverso i vari canali istituzionali messi a disposizione nell’ambito dell’iniziativa. Queste le attività commerciali che hanno già garantito la loro partecipazione: Alter Ego, Glitter, L’Arancio d’oro, Nuovo Continente, Ottica Torinese, Like, Bar La Perla, May, Milk, Amicasa idee la casa, Massimo Venè, Sartinarte, Selfie, Il cavallino a dondolo, Jaddico wedding atelier, Typo, Tofee, Asd Le Maripose, Lazzarelliweb, Lazzarelliweb donna, Enjoy shop, Penelope abbigliamento, L’albero azzurro.

L’infermiere iscritto all’ordine, presentandosi in una delle attività aderenti e mostrando il suo tesserino di appartenenza all’albo, avrà diritto alla scontistica o alla promozione speciale prevista dall’operatore. “Ma non è lo sconto la cosa importante, questo può essere anche dell’1% – ha evidenziato in chiusura Fialdini – Lo spirito, per noi infermieri, deve essere quello di creare questa alleanza con il commercio. Tutti devono sentirsi liberi di praticare uno sconto adeguato al loro bisogno e alle possibilità dell’attività commerciale”.