Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Via Dorsale piena di rifiuti e polvere di marmo, strade lasciate al loro destino»

MASSA – “Mentre continuano le operazioni di salvaguardia del “decoro” per il salotto buono della città, le periferie sono lasciate al loro destino, senza un minimo di pudore. E non si tratta di questione di “bellezza” o di “decoro”: a nostro parere si tratta di abbandono sanitario. Quando, come documentato nella foto, trovi rifiuti organici e non a bordo strada che sono lì da mesi, a pochi passi da abitazioni e attività commerciali, ti rendi conto che l’oblio delle amministrazioni locali è massimo”. E’ la denuncia del Partito della Rifondazione Comunista di Massa, con tanto di foto. “Manca soprattutto il rispetto verso cittadini ed operatori economici costretti a vivere in queste condizioni. Nel caso specifico, il tratto di via dorsale davanti all’abitato di Alteta, continua a soffrire delle dimenticanze che non sono solo legate ai rifiuti di ogni genere, ma anche alle condizioni della strada, invasa dalla polvere di marmo trasportata dai mezzi pesanti non puliti come la norma vuole. Ora che si avvicinerà la stagione secca il problema aumenterà e si sommerà a quello dei rifiuti”.

“Eppure – evidenziano dal partito – ai cittadini fu assicurato che il parcheggio di via Massa Avenza avrebbe risolto il loro problema. Invece abbiamo il risultato finale di avere un parcheggio non voluto dai cittadini di via Massa Avenza e continuano di disagi per quelli di Alteta: il massimo del fallimento delle politiche. Rifondazione Comunista di Massa fa quindi appello all’ASL ed ad ARPAT affinché si ripristino nella zona le condizioni che non mettano in pericolo la salute delle persone, che si intervenga affinché chi di competenza provveda a mantenere uno stato dell’ ambiente salutare e affinché si attuino tutte le norme possibili al fine di garantire la vivibilità ai cittadini della zona
Non è la prima volta che interveniamo su questo problema, siamo naturalmente inascoltati come lo sono i cittadini, ma garantiamo a tutti, cittadini ed istituzioni, che non ci stancheremo e percorreremo, come abbiamo già fatto, ogni strada necessaria”.