Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Roulotte in via delle Pinete, l’insediamento sarà sgomberato. Al suo posto un’attività commerciale

Il sindaco De Pasquale: «Restituiamo dignità alle persone». L'assessore Galleni: «Grazie anche ai volontari che in questi anni hanno aiutato in modo concreto»

MARINA DI CARRARA – Il sindaco Francesco De Pasquale ha emesso un’ordinanza di sgombero dell’insediamento abusivo sull’area demaniale di via delle Pinete. Si tratta di circa 10 roulotte dove erano state collocate alcune persone senza fissa dimora a partire almeno dal 2014, con l’avallo dell’amministrazione dell’epoca: una sistemazione sprovvista di acqua, gas e servizi igienici. A seguito di un lungo e difficile lavoro, i residenti dell’insediamento sono stati ricollocati ed è possibile procedere alla rimozione delle roulotte e dei materiali accumulati sull’area demaniale.

«Ringrazio l’assessore ai Servizi Sociali Anna Lucia Galleni che con un impegno davvero instancabile è riuscita a restituire dignità a queste persone. È solo grazie al suo operato che è stato possibile liberare l’area dove adesso finalmente potrà insediarsi un’attività commerciale» ha commentato il sindaco Francesco De Pasquale.

«Per raggiungere questo risultato è stato fatto un lavoro davvero enorme. Abbiamo ricollocato alcuni residenti attraverso il progetto “Housing First” individuando le persone idonee vale a dire quelle che non avevano problemi di abusi, dipendenze o violenze ovviamente ostativi all’inserimento in contesti di coabitazione. Altre presone, grazie alla sinergia tra settore e volontariato, sono riuscite a trovare una sistemazione in modo indipendente. Siamo quindi riusciti a risolvere una situazione indecorosa che si trascinava da troppo tempo. Volevo ringraziare anche il volontariato che in tutti questi anni, quotidianamente, ha sempre aiutato in modo concreto ad attenuare le difficoltà di questo insediamenti» ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali Anna Lucia Galleni.

A seguito della firma dell’ordinanza, verranno effettuati una serie di controlli per verificare che non ci siano nuovi insediamenti abusivi nei prossimi giorni: successivamente verranno rimosse le roulotte e il materiale accumulato nell’area. L’operazione verrà effettuata grazie alla collaborazione del privato che si insedierà nel sito, che ha dato disponibilità a sostenere parte delle spese.