Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Impianti termici, Il Comune di Carrara dispone l’attivazione posticipata fino al 30 aprile

CARRARA – Con l’Ordinanza n.85, il Sindaco di Carrara Francesco De Pasquale ha disposto l’attivazione posticipata e facoltativa degli impianti termici di riscaldamento nel territorio comunale fino al prossimo 30 aprile, per un massimo di 6 ore. L’orario di accensione dovrà essere compreso tra le ore 5.00 e le ore 23.00, frazionando l’orario giornaliero di riscaldamento consentito in due o più sezioni. Il provvedimento è stato adottato in considerazione delle  condizioni climatiche e delle segnalazioni di disagio pervenute da alcuni cittadini e istituti scolastici, tenendo conto anche della necessità di arieggiare i locali a causa dell’emergenza sanitaria.

I valori massimi della temperatura ambiente sono quelli indicati dall’articolo 3 del D D.P.R. n. 74 del 16/04/2013, ovvero 20° C + 2° C di tolleranza, a eccezione degli edifici adibiti ad attività industriali e artigianali assimilabili, per i quali è prevista la temperatura massima di 18° C + 2° C di tolleranza.

L’Amministratore del condominio, o il responsabile dell’impianto di riscaldamento, è tenuto a esporre in modo visibile all’esterno della centrale termica la soluzione prescelta, indicando il periodo relativo all’orario di funzionamento oltre le proprie responsabilità.

Le disposizioni previste nell’Ordinanza non si applicano agli edifici citati nell’articolo 4 comma 5 del D.P.R. n. 74 del 16/04/2013 (tra cui edifici adibiti a ricovero, ospedali, cliniche, asili nido, scuole materne,  impianti degli uffici di attività commerciali, industriali e attività assimilabili)  poiché non  sono soggetti  a  limitazioni del periodo annuale di esercizio, né della durata giornaliera di attivazione degli  impianti termici.