Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

“Rinascerò”: una canzone per il marito, sopravvissuto al crollo del ponte di Albiano

Sara Manin, coniuge di Andrea Angelotti, rimasto ferito nell'incidente, ha trasformato in musica le emozioni legate a quel terribile giorno: «Prezioso l'aiuto di Fabio D'Andrea e della moglie Silvia Cucurnia»

ALBIANO MAGRA – Rinascerò. È questa la speranza di Sara Manin e suo marito Andrea Angelotti, l’uomo sopravvissuto al crollo del ponte di Albiano dello scorso 8 aprile 2020 (qui l’intervista video della Voce Apuana). “Rinascerò”, come il titolo della canzone che proprio Sara ha inciso con Fabio D’Andrea durante il primo lockdown. Un flusso di pensieri e sensazioni da esternare, mentre stava al fianco del marito convalescente.

La canzone sul crollo del ponte di albiano: "RInascerò"

«La canzone Rinascerò è nata in pieno lockdown quando mio marito era in piena convalescenza; – spiega Sara Manin – tutto è nato da una serie di pensieri parole e sensazioni che io, ascoltando il mio e il suo raccontarmi, ho deciso di appuntarmi. La canzone è l’insieme dei due nostri punti di vista e di come abbiamo vissuto l’8 aprile del 2020 (data dell’incidente – crollo del ponte di Albiano Magra). L’aiuto prezioso è stato quello di Fabio D’Andrea e la moglie Silvia Cucurnia (Canzoni su Misura), lui ha trasformato i miei appunti e il mio raccontare in parole, note e suoni unici, per creare un’emozione vera da regalare ad Andrea; proprio per questo abbiamo deciso che sarebbe stato bello e sicuramente più sentito, che la parte provata da me, la cantassi io e qui per gioco ho accettato».

«Non è stato facile, non sono una cantante, ma alla fine con l’aiuto di Fabio e Silvia ho tirato fuori quello che avevo nel cuore, grazie alle parole da loro scritte e la musica da loro creata, – aggiunge Sara – non volevo un risultato da festival musicale, ma trasmettere emozioni. Abbiamo impiegato poco a incidere la canzone. Io sentivo che a quella canzone dovevo abbinare qualcosa ed è qui che, per un caso, ho conosciuto Giulio Bellettini, un ragazzo che di mestiere fa il moviemaker, lui mi ha aiutata seguita e incoraggiata a creare un video musicale, che più ci rappresentasse, sempre con l’aiuto parallelo di Fabio. Mi hanno appoggiato in tutto e sostenuto in ogni passaggio, consigliandomi sempre e grazie a questo è nato il tutto, è nato il video che avrebbe fatto rimanere indelebile ogni singolo attimo, se pur semplice. Il messaggio deve sempre essere che bisogna vivere sempre intensamente tutto ciò che ci viene dato».

La canzone è uscita in occasione del primo anniversario del crollo, su YouTube, e per Andrea è stata una vera e propria sorpresa. «Sono riuscita a dare il regalo speciale il giorno stesso dell’anniversario dell’incidente, e per un anno sono riuscita a mantenere il segreto, ho fatto molta fatica ma ne è valsa la pena. Andrea appena ha visto il video si è commosso ed emozionato, immaginava che io stessi combinando qualcosa, e con gran sorpresa e stupore del risultato ha capito che io per lui ci sarò sempre. – conclude Sara – Noi, come ho fatto scrivere nel finale del video, ringraziamo davvero con il cuore chi, con il sorriso e l’amore, ci ha aiutati ha superare l’insuperabile».