Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Pulmini elettrici per il trasporto scolastico: il Comune di Carrara cerca le risorse

Il sindaco De Pasquale: «Indispensabile sostituire mezzi obsoleti»

Più informazioni su

CARRARA – Un bando per migliorare il servizio di trasporto scolastico comunale e allo stesso tempo ridurre le emissioni di CO2. Si tratta del Programma di finanziamento del ministero dell’Ambiente approvato con decreto ministeriale n.222 del 28 ottobre 2020, che prevede l’erogazione di risorse ai Comuni che intendono promuovere forme di trasporto scolastico più sostenibili sotto il profilo dell’impatto ambientale. Il Comune di Carrara è in corsa per aggiudicarsi queste risorse, fondamentali per rinnovare il parco mezzi.

“Siamo fiduciosi– commenta il sindaco, Francesco De Pasquale – da quando ci siamo insediati siamo riusciti, grazie anche all’instancabile e propositivo lavoro degli uffici, a portare a Carrara risorse importanti provenienti da fondi regionali e statali e in particolar modo destinate alle scuole di competenza comunale. Abbiamo ottenuto 51.332,66 euro dal ministero delle Politiche Alimentari per finanziare iniziative di informazione e di promozione sull’educazione alimentare che prevedono anche la distribuzione di merende a base biologica. E grazie al fatto che abbiamo una mensa con un menù biologico al 100%, abbiamo potuto ottenere un finanziamento di 290.885,06 euro per garantire ai genitori degli iscritti ai nidi cittadini l’esenzione dal pagamento delle rette di frequenza ai per i mesi di settembre e ottobre 2020 e uno sconto variabile tra il 19 e il 30% per tutto l’anno scolastico. Senza dimenticare che per far fronte alla pandemia, questa amministrazione ha deciso di dotare tutte le sezioni degli asili nido del Comune di uno smartphone dedicato al dialogo con le famiglie dei piccoli iscritti, un modo per non creare ulteriori disagi in questo momento così delicato a causa dell’emergenza epidemiologica. Le scuole del territorio restano un tema al quale siamo sensibili e la partecipazione al bando per l’ottenimento di autobus elettrici, indispensabili considerando anche che alcuni messi sono decisamente obsoleti, fa parte delle iniziative che stiamo mettendo in campo per migliorare le loro condizioni”.

Il decreto stabilisce che il finanziamento dei progetti per la realizzazione o l’implementazione del trasporto scolastico sia indirizzato verso i servizi rivolti ai bambini della scuola dell’infanzia statale e comunale e per gli alunni delle scuole statali del primo ciclo di istruzione. E, se aggiudicate, le risorse permetteranno l’acquisto di mezzi di trasporto elettrici. I progetti possono essere presentati da singoli Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti in cui sono state registrate criticità sulla qualità dell’aria, come previsto anche dal bando “Verde Urbano” della Regione Toscana” al quale il Comune ha già partecipato con un progetto che prevede la piantumazione di 371 alberi.

Più informazioni su