Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Porta a porta, a Marina e Avenza ovest arrivano i sacchi taggati. «Chi più inquina, più paga»

CARRARA – In questi giorni i “vecchi” utenti del servizio “porta a porta”, vale a dire i residenti delle zone di Marina e Avenza Ovest, vengono chiamati per la distribuzione di una fornitura di sacchi taggati per la raccolta della frazione secca/indifferenziata. Si tratta del primo passo verso l’introduzione di un sistema che permetterà di misurare puntualmente la quantità di indifferenziato conferito da ogni utente e quindi di tarare la bolletta su quanto effettivamente prodotto. La nuova fornitura riguarderà anche i sacchi di plastica. Si tratta di un metodo adottato già in molte città italiane ed europee, basato sul principio “chi più inquina, più paga”, per alleggerire i costi di quei cittadini più attenti nella corretta differenziazione dei rifiuti.

Tutti gli utenti interessati riceveranno una lettera con le istruzioni e un messaggio che motiva le ragioni della scelta: «Il servizio “porta a porta” già in vigore nella vostra zona sta consegnando alla città importanti risultati in termini di percentuale di raccolta differenziata. Una qualità del rifiuto raccolto consente alla nostra città di sostenere dei costi di smaltimento più basso, avviando al recupero i materiali separati. Migliore è il tipo di rifiuto separato, minore è quindi quello “indifferenziato”, ossia quello più soggetto a onerose spese per smaltirlo» si legge nella missiva a firma del sindaco Francesco De Pasquale, dell’assessore all’Ambiente Sarah Scaletti e del presidente di Nausicaa Luca Cimino.

Amministrazione comunale e azienda sono certe «che dopo un primo breve periodo tutto diventerà parte delle nostre abitudini quotidiane, e si farà più semplice e automatico; qualche piccola attenzione di oggi, sarà poi ampiamente compensata da una migliore qualità della vita e dell’ambiente in cui viviamo. Ciò che vi invitiamo a compiere è dunque una scelta di responsabilità, per vincere insieme una sfida di civiltà. Piccoli gesti, ma di grande valore».

Sindaco, assessore e presidente confidano dunque che i cittadini rispondano con «partecipazione e sensibilità perché il rilancio del territorio passa anche da una differenziata di qualità e da un contenimento dei sempre più alti costi di smaltimento del rifiuto non differenziato. Impegnarsi in tal senso sarà motivo di orgoglio per tutti».