Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Sospesa la direzione della casa di riposo Regina Elena. L’annuncio del sindaco

Coronavirus, De Pasquale: «Proteggersi significa mantenere le distanze, anche durante le festività»

CARRARA – La direzione della casa di riposo Regina Elena di Carrara è stata sospesa dall’amministrazione comunale. Lo ha fatto sapere in serata il sindaco, Francesco De Pasquale, nel corso del consueto aggiornamento settimanale sulla situazione coronavirus in città. Lo riportiamo di seguito.

Buonasera,
vi aggiorno come di consueto sull’andamento della pandemia nella nostra città. Oggi nel nostro comune abbiamo 323 persone positive a domicilio, 10 ricoverate in ospedale e 13 in strutture sanitarie. Abbiamo quindi un totale di 346 casi attivi. Detto questo vorrei subito fare chiarezza sulla situazione all’Azienda Speciale Regina Elena anche a seguito di alcune notizie uscite sui media locali. Insieme al consiglio di amministrazione abbiamo deciso di sospendere l’attuale direzione. Si tratta di un atto dovuto nei confronti degli ospiti e dei loro familiari.  Sulle criticità emerse all’interno della struttura sono stati chiesti e sono in corso chiarimenti. Ovviamente vista la delicatezza della situazione e per rispetto delle persone coinvolte non aggiungiamo ulteriori dettagli. Confermiamo e ribadiamo il nostro massimo impegno e attenzione sulla gestione di questa struttura così importante, anche e soprattutto in questa fase così delicata. Nei giorni scorsi su indicazione dell’Ufficio di Igiene dell’azienda sanitaria Usl Toscana Nord Ovest e in accordo con la dirigente scolastica, è stato rinviato al 12 aprile il rientro in presenza della scuola dell’infanzia Taibi di Fossone dove sono stati rilevati alcuni casi di contagio da Coronavirus.

Vi ricordo che a causa del ritardo della nuova fornitura da parte di AstraZeneca la Regione Toscana ha comunicato uno slittamento delle prenotazioni fissate al 1° aprile, che sono state  traslate in blocco al prossimo 7 aprile, mantenendo lo stesso orario e lo stesso punto vaccinale; i cittadini interessati hanno ricevuto una comunicazione dedicata.
Premesso che nella nostra regione vige il regime di zona rossa, con il divieto su tutti gli spostamenti salvo quelli di stretta necessità, vi segnalo che il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha wmanato oggi una nuova  ordinanza che dispone la chiusura  per domenica 4 aprile 2021 (giorno di Pasqua) e lunedì 5 aprile 2021 (Lunedì dell’Angelo) di tutti gli esercizi commerciali ivi compresi i tabaccai, con la sola deroga a favore di rivendite di giornali, farmacie e parafarmacie (qui i dettagli). E’ comunque consentita la consegna a domicilio, esclusivamente mediante la prenotazione on-line o telefonica, di generi alimentari e di beni di prima necessità.

Per quanto ci riguarda, inoltre, ho prorogato fino al  prossimo  30 aprile il consueto divieto al consumo di bevande alcoliche, o qualsiasi bevanda in contenitori di vetro nella zona di Marina di Carrara. Come abbiamo detto più volte, i comportamenti  innescati dall’uso e abuso di alcool oltre a risultare pericolosi per la sicurezza urbana e l’incolumità pubblica, in questo momento favoriscono  situazioni che vanno a  vanificare le misure di contenimento del Covid-19, con effetti negativi sulla gestione dell’emergenza epidemiologica.

Dopo un anno di pandemia, tra restrizioni più o meno stringenti, c’è tanta stanchezza e voglia di normalità. Anche se con ritardo e con tanti intoppi la campagna di vaccinazione è partita e spero che dai prossimi giorni entri davvero nel vivo. Fino a quando le persone più anziane e fragili non saranno tutte in sicurezza, dobbiamo continuare a tenere la guardia alta rispettando rigorosamente le norme anti-contagio: indossate sempre la mascherina, lavate spesso le mani, mantenete le distanze e anche in questi giorni di festa limitate al massimo i contatti sociali e gli spostamenti.
E’ l’ennesimo sacrificio che siamo costretti a fare ma è il solo modo per proteggere i nostri cari, soprattutto quelli più esposti ai rischi innescati dalla pandemia. Proteggersi in questo momento significa mantenere le distanze, anche durante le festività. Spero sia l’ultimo appello di questo tipo che sono costretto a lanciarvi.
Mi auguro che nonostante tutto possiate comunque trascorrere una serena Pasqua.

Un’altra settimana in zona rossa per Massa-Carrara e tutta la Toscana. Cosa si può fare e cosa no