Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

La Pallamano Carrara replica a Raggi: «Venga a vedere i ragazzi giocare e poi pulire il campo»

La società invita l'assessore al palazzetto per assistere alla prossima sfida. E chiarisce: «Nessuna circolare federale vieta l'uso della pece»

Più informazioni su

CARRARA – Continua il botta e risposta tra la Pallamano Carrara e l’assessore ai lavori pubblici Andrea Raggi. Nei giorni scorsi la società sportiva aveva denunciato come al termine della seduta di allenamento gli atleti fossero costretti a provvedere alla pulizia e alla sanificazione del palazzetto, senza alcun contributo da parte del Comune di Carrara che si sarebbe “sollevato da tempo da tutte le responsabilità che gli spettano in quanto proprietario della palestra, oltre all’obbligo, da parte delle società, della nomina di un responsabile Covid” (ne abbiamo parlato qui). L’assessore aveva quindi replicato ricordando alla società che il protocollo emanato dalla Federazione Italiana Pallamano non consente uso di pece, e ribadendo l’impegno da parte del Comune di Carrara alla sanificazione tramite la sua l’impresa di pulizie.

Le parole dell’assessore, tuttavia, non hanno convinto la società, che ha risposto con una lettera. “Caro assessore, facciamo chiarezza: quando parliamo di santificazione, igienizzazione, disinfezione dobbiamo distinguere. La sanificazione è stata affidata da parte del Comune alla ditta Copura con sede a Ravenna (su questo avremmo qualcosa da ridire, ma non è questo il momento, facciamo solo notare che a Carrara 75 ditte offrono lo stesso servizio). Quindi su questo lei ha ragione, ma le società utilizzatrici dell’impianto devono provvedere, obbligatoriamente, all’igienizzazione e disinfezione della struttura, come da vostra disposizione regolarmente protocollata. Ora, caro assessore, ci consenta di aprire una breve parentesi per chi non conosce lo sport della pallamano: l’uso della pece è un elemento fondamentale per il gioco della Handball (un po’ come l’acqua in piscina per il nuoto) e nonostante l’emergenza Covid la FIGH, riconoscendo tale imprescindibilità, ha ritenuto opportuno mantenerne l’uso anche se in misura moderata. A tal proposito, noi siamo passati da un consumo medio mensile di 10 barattoli del passato, ad un barattolo al mese di oggi, per rispettare le indicazioni ufficiali che non solo adottiamo ma condividiamo. Nessuna circolare federale vieta l’uso della pece, come erroneamente riportato nelle sue dichiarazioni”.

“Inoltre – proseguono dalla Pallamano Carrara – per quanto riguarda le sue insinuazioni di “ gestione disinvolta” da parte di qualcuno che vuole fare il “ furbo” siamo costretti, nostro malgrado, a fare una precisazione, nonostante il nostro obiettivo sia ancora e solo quello di tutelare i nostri ragazzi in una situazione in cui tutti riconosciamo l’importanza terapeutica e sociale dello sport, sapendo bene che non solo a livello locale le società sportive, di cui molto si parla, e per le quali poco si fa, difficilmente supereranno questa crisi e non saranno aperte a settembre, momento in cui ci si auspica un ritorno alla normalità. Detto ciò, assessore, forse lei non sa che dal 2004, anno di fondazione della pallamano Carrara, la nostra Asd ha sempre onorato gli impegni economici nei confronti dell’amministrazione pubblica, e quando è stato necessario si è sostituita ad essa per eseguire lavori di manutenzione ordinaria e/o straordinaria. Potrà, volendo approfondire, controllate le casse comunali in cui non troverà fatture a nostro carico da saldare e cosa forse più interessante, potrà vedere con i suoi occhi i lavori fatti presso le palestre Comunali da noi utilizzate sul territorio: Leopardi- istallazione porte, imbiancatura; Buonarroti- installazione porte, tracciatura campo, imbiancatura palestra; Palazzetto- installazione porte, tracciatura campo, installazione imbottitura perimetro campo, imbiancatura”.

“Potremmo continuare – concludono dalla società – in quella che ci appare un’inutile polemica, ma preferiamo invitarla al Palazzetto, mercoledì 7 aprile alle ore 21.00, per assistere alla partita del Campionato Nazionale di Serie B maschile, che disputeremo contro il Prato, primo in classifica, potrà vedere i nostri ragazzi combattere in campo e vincitori o vinti, scopa e struscino in mano, rimuovere la pece dal terreno di gioco”.

Più informazioni su