Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Vaccini, primo giorno a Carrarafiere. Giani: «Presto 1400 somministrazioni al giorno» foto

Attese circa 160mila dosi per le prossime settimane. Intanto nel padiglione E del complesso fieristico sono state vaccinate le prime 583 persone. La direttrice dell'Asl nord ovest Maria Letizia Casani: «Centro ben strutturato e strutturato: vero fiore all'occhiello per il territorio»

MARINA DI CARRARA – In attesa di una vaccinazione di massa che proceda a pieno ritmo, questa mattina, nel padiglione E di Carrarafiere, sono state somministrate le prime 583 dosi nel nuovo mega hub vaccinale. Uno dei più grandi, se non il più grande, in tutta la Toscana: lo hanno ribadito il presidente della Regione Eugenio Giani e la direttrice dell’Asl Toscana nord ovest Maria Letizia Casani, entrambi presenti, insieme alle altre autorità locali e regionali, all’inaugurazione. Un evento dall’enorme portata, dal momento che, quando arriveranno stock importanti di dosi, attese nelle prossime settimane, nel padiglione del complesso fieristico verranno effettuate fino a 1400 somministrazioni al giorno. Quattordici ambulatori in tutto, ognuno presidiato da un medico e un infermiere. Tre o quattro amministrativi e altrettanti Oss, due infermieri per il controllo delle persone appena vaccinate e un medico a supervisionare l’intero sistema. Questa la struttura del mega-hub, non pienamente operativa, per il momento, a causa della ridotta disponibilità di vaccini, ma destinata ad aumentare in maniera importante dopo Pasqua.

A fianco di Eugenio Giani c’erano il suo consigliere sui vaccini ed ex sindaco di Carrara Angelo Zubbani e il consigliere regionale del Pd Giacomo Bugliani. Presenti anche il presidente della provincia di Massa-Carrara Gianni Lorenzetti e i sindaci di Carrara e Massa Francesco De Pasquale e Francesco Persiani.

“Questo è un centro dalle grandi potenzialità – ha dichiarato al suo ingresso nel padiglione E il presidente Giani – che, insieme a quello di Livorno, conferisce al sistema di vaccinazione della Toscana forza e spessore. A metà aprile, quando arriveranno i vaccini Johnson & Johnson, avremo la possibilità di avviare una vera vaccinazione di massa”. Il presidente ha poi ricordato quelli che sono i numeri della Regione: “Al momento sono state somministrate 602mila dosi. L’obiettivo è arrivare a 760mila dopo Pasqua. E’ confermato l’arrivo di 80mila vaccini per gli anziani, 50mila dosi AstraZeneca per le persone da 70 a 79 anni e 30mila Moderna che andranno ai soggetti fragili”.

Quello di Carrarafiere è un “centro spazioso, ben strutturato e organizzato”. Lo afferma con sicurezza la direttrice generale dell’Asl nord ovest Maria Letizia Casani. Insieme a lei, anche la responsabile della zona Apuane dell’Asl Monica Guglielmi. “Questo centro è un punto di forza per il territorio, un vero fiore all’occhiello – sostiene Casani -. Certo, può essere anche una macchina da guerra, in fondo si parla di 1500 vaccinazioni al giorno. Ma l’azienda è pronta: abbiamo un piano straordinario che riguarda il personale, e anche diversi medici nelle graduatorie Usca che potrebbero essere utilizzati. A regime, in tutto il territorio dell’Asl nord ovest, avremo 270 persone che si occuperanno di vaccinazioni”.

Soddisfazione e orgoglio nel volto del sindaco di Carrara Francesco De Pasquale, che ha voluto mandare un videomessaggio ai suoi concittadini attraverso Facebook: “E’ un grande giorno per la città, ma più in generale per tutta la Toscana. Un ringraziamento a tutti gli operatori sanitari, quelli che in prima fila si trovano oggi a combattere questo virus che sta creando enormi difficoltà alle attività economiche. Carrara avrà e ha un ruolo di primo piano in questa lotta all’epidemia. Ancora una volta la nostra città non si fa trovare esclusa e lontana dai momenti più importanti della storia nazionale”.