Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Il virus mi ha fatto paura, ora voglio essere ottimista». Il racconto dei primi vaccinati a Carrarafiere

Giselda Perversi è una dei primi nel mega hub di Marina di Carrara. Quasi 600 le prenotazioni nella giornata di partenza. E da oggi sono aperte anche le "liste di riserva"

MARINA DI CARRARA – “Mi mancano i miei figli, mi mancano gli abbracci. Mi manca tornare a fare tutte quelle cose che sono nel Dna di noi italiani, e da cui questa pandemia ci tiene lontano”. Giselda Perversi, 79 anni, pensionata, è in attesa di ricevere la sua dose di AstraZeneca, seduta nel padiglione E dell’hub vaccinale di Carrarafiere. Le vaccinazioni sono partite questa mattina, alla presenza del presidente della Regione Eugenio Giani e delle altri rappresentanti delle istituzioni locali. 583, in tutto, le prenotazioni per il primo giorno. Un numero ancora contenuto, in attesa della disponibilità di maggiori dosi, che arriveranno intorno alla metà di aprile. A regime, il centro vaccinale permetterà di effettuare fino a 1400 somministrazioni in un giorno.

“Mi sento un po’ agitata – confessa Giselda – perché questa pandemia è stato qualcosa di grande e nuovo, che sembrava non dare possibilità di una via d’uscita. Ora però voglio essere ottimista, e mi auguro che tutti si vaccinino, soprattutto i giovani. Alla mia età questo virus fa paura, non sappiamo mai chi abbiamo vicino. E’ vero, si cerca di stare in casa, ma a questa età è brutto limitare tutti i contatti e non interagire mai con gli altri. Ci si sente soli, e tutto diventa più pesante. Dobbiamo farci forza ed essere forti per noi e per i nostri figli. Non esitate: vaccinatevi”.

Distante qualche sedia, c’è Giuseppe Marchetti, altro pensionato, anche lui pronto a vaccinarsi con AstraZeneca. “Mi sono prenotato questo fine settimana, ed ora eccomi qua: ho aspettato pochissimo. Mi sento tranquillo, non penso di correre un grosso rischio, almeno non maggiore di quello che correrei attraversando la strada sulle strisce pedonali”.

Oltre al portale per le prenotazioni “standard”, da questa mattina è attivo anche quello riservato ai cosiddetti “riservisti”, ovvero coloro che, in caso qualcuno non si presenti alla vaccinazione, possono prendere il suo posto, a condizione che si presentino al centro vaccinale entro mezz’ora dalla chiamata. “Al portale si possono iscrivere tutti – ha ricordato il presidente della regione Eugenio Giani -. Abbiamo constatato che, alla fine di ogni giornata, rinuncia al vaccino un 10% fisiologico di coloro che si erano prenotati. Anche le liste di riserva, dunque, rappresentano un’opzione importante per evitare che vengano sprecate dosi”.