Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Stadio Oliveti, non solo calcio: accordo Comune-Federciclismo per l’anello

L'assessore Balloni: «Abbiamo inoltre facilitato l’accordo tra i gestori del Circuito minimoto di Montepepe e il Comitato provinciale ciclismo per l’uso condiviso di quell’impianto»

MASSA – L’amministrazione di Massa, tramite l’assessore allo Sport, Paolo Balloni, con delibera n.73 del 22 marzo ha disposto per l’anno in corso l’affidamento dell’anello ciclistico presso lo Stadio comunale di via Oliveti alla Federazione ciclistica italiana – Comitato provinciale di Massa-Carrara. Con la sottoscrizione di un’apposita convenzione e un contributo omnicomprensivo di 2.000 euro il Comitato, presieduto da Maria Pardini, si occuperà anche della manutenzione ordinaria dell’anello ciclabile di via Oliveti e potrà utilizzare due locali con annessi servizi igienici posti all’interno dello stadio con accesso esterno ed indipendente dallo stesso come deposito o spogliatoio a servizio dei giovani ciclisti.

“Ci siamo adoperati – ha dichiarato l’assessore Balloni – per rispondere alle esigenze che ci ha manifestato, tramite il Comitato provinciale, la Federazione ciclistica. Era importante offrire uno spazio sicuro per gli allenamenti ai giovani appassionati di questo sport e per la prima volta con questa amministrazione si è riusciti a riservare loro anche delle stanze  all’interno dello stadio che potranno servire da deposito e spogliatoio. È un piccolo passo certo, ma guardiamo avanti con l’impegno di trovare soluzioni sempre migliori per lo sviluppo di ogni attività e pratica sportiva sul territorio.  Nell’ottica di favorire le collaborazioni fra associazioni e promuovere l’uso di strutture sportive locali abbiamo inoltre facilitato l’accordo tra i gestori del Circuito minimoto di Montepepe e il Comitato provinciale ciclismo per l’uso condiviso di quell’impianto”.

Stefano Fialdini, gestore del circuito Montepepe ringrazia infatti l’assessore Balloni per la mediazione e si dice soddisfatto per l’accordo raggiunto coi ciclisti: “Si tratta sempre di due ruote” commenta sorridendo Fialdini che aggiunge: “Sono felice di poter condividere uno spazio come questo, sicuro e in mezzo al verde e di favorire la pratica del ciclismo fra i giovanissimi”. Sulla stessa linea Maria Pardini ricorda che il Comitato provinciale delle Federazione ciclistica italiana si occupa della categoria giovanissimi, dai 6 ai 12  anni, per la quale la sicurezza degli spazi d’allenamento e per eventuali manifestazioni promozionali è un esigenza prioritaria.