Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Toscana a rischio zona rossa: tutto dipenderà dai nuovi positivi di domani

Situazione relativamente tranquilla a Massa-Carrara, dove i positivi settimanali ad oggi sono 292 (soglia superata con 480 casi). Il presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo: «L'ultima parola spetta al Cts»

TOSCANA – Per evitare il passaggio in “zona rossa”, è necessario che domani il numero dei nuovi positivi rilevati in Toscana sia inferiore a 1599. In caso contrario verrebbe infatti superata la soglia dei 250 casi ogni 100mila abitanti, in base ai dati di questa settimana. A dare la notizia è Antonio Mazzeo, presidente del consiglio regionale, in un post su Facebook dove, tra le altre cose, fa il punto sulla situazione delle singole province: Arezzo: 768 casi ad oggi (soglia superata con 848 casi); Firenze 2014 casi ad oggi (soglia superata con 2489 casi); Grosseto 374 casi ad oggi (soglia superata con 550 casi); Livorno447 casi ad oggi (soglia superata con 830 casi); Lucca 853 casi ad oggi (soglia superata con 957 casi); Massa-Carrara 292 casi ad oggi (soglia superata con 480 casi); Pisa 828 casi ad oggi (soglia superata con 1046 casi); Prato 891 casi ad oggi (soglia superata con 643 casi); Pistoia 717 casi ad oggi (soglia superata con 730 casi; Siena 418 casi ad oggi (soglia superata con 663 casi).

“Oltre all’incidenza, però – sottolinea Mazzeo -, la decisione finale sarà presa venerdì dal Cts e questa dipenderà anche dall’Rt calcolato sui sintomatici e altri 21 indicatori. In base alla decisione del Cts, il Presidente Giani deciderà poi se istituire zone rosse locali. Finora siamo una delle poche regione che dopo Natale non è mai andata in zona rossa, siamo stati i primi ad aprire le scuole l’11 gennaio e grazie alle zone rosse locali siamo stati in grado, finora, di evitare provvedimenti generalizzati più restrittivi, nonostante le varianti, salvaguardando le attività economiche e la formazione dei ragazzi e dei bambini nelle province dove l’incidenza del contagio era più bassa”.

“Come ha detto stamani in Consiglio il presidente Giani – conclude il presidente del consiglio regionale –  i dati degli ultimi giorni fanno pensare che il picco sia stato superato, ma manteniamo alta la guardia, usiamo la mascherina, evitiamo assembramenti, igienizziamo le mani e rispettiamo le regole”.