Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Carrara, dopo 20 anni un nuovo regolamento per fiere e mercati: ok dalla commissione

Il testo è pronto ad approdare in consiglio comunale. Tra le novità, l'introduzione dell'obbligo di differenziazione dei rifiuti anche per gli ambulanti

CARRARA – E’ pronto per approdare in consiglio comunale, con il via libera della Commissione 5, il nuovo regolamento per il commercio su aree pubbliche del Comune di Carrara. Il nuovo testo, oggetto nei mesi scorsi di un lungo e approfondito confronto che ha visto protagoniste le forze politiche e le associazioni di categoria, va a sostituire il precedente regolamento, datato agosto 2000.

Dopo vent’anni, dunque, anche il Comune aggiorna le regole per l’organizzazione di fiere e mercati. «Sono molto soddisfatta perché la commissione ha lavorato bene – ha spiegato Marzia Paita, presidente della Commissione 5 in apertura di seduta -, il testo è stato approfondito, direi sviscerato, e tutti si sono approcciati con uno spirito propositivo. Parlo dei consiglieri di minoranza, ma anche delle associazioni di categoria, con le quali c’è stato un confronto assiduo e costante». Nelle scorse settimana, Anva e Fiva, due delle principali associazioni di categoria, avevano espresso soddisfazione: «avere uno strumento che, almeno dal punto di vista delle regole normative, consente di avere delle certezze – avevano scritto in una nota – è sicuramente un qualcosa di importante ed apprezzabile per la categoria».

Tra le novità più importanti del nuovo testo le modifiche agli articoli 5 e 14: nel primo caso, si introduce l’obbligo di differenziazione dei rifiuti anche per gli ambulanti; il secondo invece introduce regole chiare e trasparenti per l’assegnazione dei posti in caso di modifiche anche temporanee all’assetto di fiere e mercati. «Questo punto è stato fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle: come in altri settori, abbiamo messo i paletti dove prima regnava il caos. Solo dove ci sono regole certe ci può essere equità e concorrenza leale», ha concluso la presidente Paita.

La seduta si è conclusa con la votazione del testo: i consiglieri di maggioranza si sono espressi a favore, la minoranza invece si è astenuta, riservandosi di esplicitare la propria posizione in Consiglio comunale, ma esprimendo comunque parole di apprezzamento per il lavoro svolto.