Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Pensionamento anticipato anche per i lavoratori dell’edilizia». La proposta di Fenapi

MASSA-CARRARA – La Fenapi di Massa Carrara apprezza l’inserimento delle lavorazioni edili tra le attività usuranti previste dal relativo decreto con conseguente diritto per i lavoratori del settore all’accesso al trattamento pensionistico anticipato. «Lo stesso diritto va riconosciuto all’artigiano edile il quale, – scrive Fenapi in un comunicato – nonostante sia titolare dell’impresa, partecipa in prima persona e direttamente al processo produttivo e alle attività del cantiere ed è quindi esposto, al pari degli altri lavoratori, ai numerosi fattori di rischio che motivano la caratteristica di ‘lavoro usurante’».

Al riguardo la Fenapi propone, quali requisiti per l’accesso anticipato al pensionamento dei lavoratori edili «a riduzione dell’anzianità contributiva minima a 30 anni (di lavoro effettivo in edilizia) e una età anagrafica modulabile in funzione dell’anzianità contributiva: anzianità contributiva di 30 anni con età minima anagrafica di 61,7 anni. A partire da questi requisiti, ogni 4 anni di contribuzione aggiuntiva propongono di ridurre l’età minima anagrafica: con anzianità contributiva di 34 anni, età minima anagrafica di 60 anni; con anzianità contributiva di 38 anni, età minima anagrafica di 59 anni».

«Gli interessati possono contattare il Caf Fenapi allo 0585 74931 – WhatsApp 329 1317684 oppure per posta elettronica all’email fenapims@gmail.com oppure recarsi presso le sedi Fenapi, osservando le disposizioni anti contagio Covid, a Massa in Via Aurelia Ovest,139 (Area ex Olivetti – vicino alla rotonda Aurelia / Via Olivetti) – Carrara in Via 7 Luglio,4 (di fronte agli uffici tributi comunali) – Montignoso, Via Roma,109».