Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Una panchina rossa contro la violenza e per la parità tra i sessi». La Uil Carrara celebra la donna foto

Sarà installata davanti alla sede del sindacato in occasione della ricorrenza dell'8 marzo. «Il lockdown e le restrizioni hanno limitato la capacità lavorativa soprattutto delle donne, ed aumentato le violenze domestiche e i femminicidi»

CARRARA – Una panchina rossa come simbolo contro la violenza sulle donne e di rivendicazione alla parità. Sarà installata davanti alla sede della Uil di Carrara in occasione della ricorrenza dell’8 marzo. L’iniziativa, voluta dal coordinamento donne Uilp Nord Toscana, (Illia Lombardi e Anna Mura), dalla Uilp Stu Massa-Versilia (Giancarlo Leorin) e Carrara-Lunigiana (Vittorio-Geloni) e dalla Uil Nord Toscana tutta, in persona del Segretario Franco Borghini, ha trovato l’adesione anche dell’Aadoc- Associazione per la Difesa e Orientamento dei Consumatori (Mauro Bartolini e Alberta Musetti) che l’ha patrocinata e finanziata, dimostrando anch’essa sensibilità e interesse verso le problematiche di genere.

La panchina rossa rappresenta il dovere di tutti di esigere il diritto all’uguaglianza sul lavoro, alla parità tra i sessi, al superamento delle differenze salariali e pensionistiche per porre fine alla discriminazione e prevaricazione anche sociale.

Le difficoltà del grave momento che stiamo attraversando hanno peggiorato la situazione, gravando in particolar modo sulle donne. Il lockdown e le restrizioni hanno limitato la capacità lavorativa soprattutto delle donne ed aumentato le violenze domestiche e i femminicidi. “La Uil Pensionati – affermano dal sindacato – rivolge una particolare attenzione alle donne anziane che, spesso e in buona parte, vivono sotto la soglia della povertà, sole e con poca salute. Sono anch’esse vittime di abusi e maltrattamenti, un fenomeno silente e purtroppo poco considerato dalla società. L’8 marzo è l’occasione per non dimenticare le donne abusate, sfruttate ed uccise e per riflettere, per agire affinché si ponga fine a questa mattanza e ci si adoperi per un cambiamento per la realizzazione di una società rispettosa l’uno dell’altra. Ecco che la panchina rossa diventa un promemoria che ricordi sempre i buoni propositi di cambiamento della cultura di genere. Le donne e uomini della Uil e della Uil Pensionati si uniscono e si impegnano a combattere la violenza e la discriminazione in ogni suo aspetto auspicando una relazione paritaria e rispettosa tra uomini e donne”.