Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

“Cassonetti intelligenti”, avviata la distribuzione delle eco card. De Pasquale: «Compiamo un passo importante» foto

La distribuzione avverrà presso l’info point di San Martino a chiamata e proseguirà fino al 16 marzo

CARRARA – «La prima eco card al primo cittadino». Il presidente di Nausicaa Spa Luca Cimino ha aperto così, questa mattina, la campagna di distribuzione delle tessere per l’accesso ai “cassonetti intelligenti” ai residenti di Carrara centro, dove è in corso la “rivoluzione” della raccolta. Il primo a ricevere simbolicamente la eco card, indispensabile per l’apertura dei nuovi cassonetti, è stato il sindaco Francesco De Pasquale, residente del centro e dunque uno dei circa 9 mila utenti interessato al nuovo sistema di raccolta.

«Oggi si compie un nuovo importante passo in avanti nell’azione di miglioramento della qualità ambientale della nostra città – ha commentato il primo cittadino -. Anche in centro si passa a una raccolta più spinta e più differenziata. Il cambiamento parte dalle nostre case e richiede la partecipazione attiva di ognuno di noi: il rilancio di Carrara passa anche da una differenziata di qualità.  Impegnarsi in tal senso sarà motivo di orgoglio per tutti».

«Dopo  l’estensione del porta a porta a gran parte del territorio comunale, nel 2020, con il nuovo anno rinnoviamo anche il sistema di raccolta sul centro città – ha aggiunto l’assessore all’Ambiente Sarah Scaletti -. Si tratta di una sfida importante attraverso la quale vogliamo e possiamo dimostrare di essere capaci di raggiungere i risultati dei Comuni italiani più virtuosi, con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’ambiente in cui viviamo e contenere i sempre più alti costi di smaltimento del rifiuto non differenziato».

«Nonostante le difficoltà poste dalla pandemia, Nausicaa è riuscita a rispettare gli obiettivi che l’amministrazione aveva prefissato, realizzando nei tempi previsti sia l’estensione del porta a porta sia il nuovo sistema sul centro città – ha dichiarato il presidente di Nausicaa Luca Cimino. E’ un risultato tutt’altro che scontato di cui va dato merito al nostro straordinario personale: ringrazio quindi ogni singolo dipendente perché senza la loro disponibilità e dedizione non ce l’avremmo fatta».

La distribuzione avverrà presso l’info point di San Martino a chiamata, secondo le indicazioni che ciascun utente ha ricevuto attraverso la lettera di convocazione, e proseguirà fino al 16 marzo. Il personale di Nausicaa Spa, oltre a consegnare le eco card, impartirà anche indicazioni e suggerimenti per una buona raccolta. Per l’occasione sono state predisposte istruzioni al nuovo sistema di raccolta in inglese, francese, cinese e arabo, che verranno consegnate ai cittadini di origini straniere. Inoltre chi vorrà potrà ritirare la guida in dialetto carrarino realizzata  da Beniamino Gemignani, scrittore ed esperto di storia locale: «Ha fatto un regalo stupendo a Nausicaa e a tutta la città, gli siamo veramente grati» ha commentato il direttore di Nausicaa Lucia Venuti. Oltre alla traduzione, Gemignani ha inserito la citazione di un manifesto datato 1915 e diffuso dall’allora sindaco Edgardo Lami Starnuti per annunciare una serie di “rimedi” alle infelici condizioni igienico-sanitarie di alcuni quartieri. Una vera e propria “chicca” rispolverata dallo storico carrarese in occasione dell’avvio del nuovo sistema di raccolta.

Per ricevere un aiuto per una corretta differenziata i cittadini di tutto il territorio comunale possono scaricare gratuitamente sul cellulare l’applicazione di Junker che permette di sapere, inquadrando il codice a barre di un prodotto, in quale frazione conferirlo oppure possono consultare la “Guida alla Raccolta differenziata” sul sito www.nausicaacarrara.it alla pagina dedicata all’Igiene urbana.
Il nuovo sistema prevede anche per il centro città conferimento in 5 frazioni: carta, plastica, vetro e lattine, secco e – per la prima volta in centro – organico. I nuovi cassonetti saranno posizionati più o meno dove quelli vecchi, con qualche piccola variazione, indicata nella mappa che verrà consegnata ai residenti insieme alla tessera. Chi possiede un giardino dovrà invece conferire sfalci e potature negli appositi contenitori che saranno installati a San Martino, nel parcheggio dell’ex tribunale. Tutti i cassonetti (sia quelli per carta, plastica, vetro e lattine, organico e secco sia quelli per sfalci e potature posizionati a San Martino) si apriranno soltanto utilizzano la tessera o tramite l’apposita app.