Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Ecco il nuovo Dpcm: parrucchieri chiusi in zona rossa e “cambio colore” operativo dal lunedì

MASSA-CARRARA – Il Governo Draghi ha approvato il nuovo Dpcm, che sarà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, Pasqua compresa. Resta il divieto di spostamento tra regioni salvo motivi di lavoro, salute o necessità, e il divieto di spostamento dalle 22 alle 5. Le restanti misure sono state riepilogate dal sindaco di Massa Francesco Persiani attraverso un post su Facebook. Le riportiamo di seguito.
– E’ confermata la divisione in fascia di colori (bianco, giallo, arancione, rosso) sulla base dei dati epidemiologici a cui si aggiungono interventi mirati dei Presidenti di regione su specifici ambiti territoriali. Il cambio di fascia diventerà operativo il lunedì e non più nel weekend.
– Saranno sospese le lezioni in presenza, con l’attivazione della Dad, per le scuole di ogni ordine e grado in zona rossa.
– Nelle zone arancioni e gialle potranno disporre la sospensione dell’attività scolastica i Presidenti delle regioni nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti; nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di 7 giorni; nel caso di una eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico.
– Nelle zone gialle, a partire dal 27 marzo, oltre all’accesso ai musei anche nel fine settimana, potranno riaprire i luoghi della cultura con posti a sedere preassegnati e da prenotare online, nel rispetto delle norme di distanziamento. La capienza non potrà superare il 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per ogni sala.
– Bar e ristoranti restano aperti fino alle 18 solo in zona gialla. Restano consentiti l’asporto fino alle 22 e il servizio a domicilio. In tutte le zone è stato eliminato il divieto di asporto dopo le ore 18 per gli esercizi di commercio al dettaglio di bevande da non consumarsi sul posto.
– In zona rossa saranno chiusi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici. Restano chiusi palestre, piscine e impianti sciistici. I centri commerciali restano chiusi nei festivi e prefestivi ad accezione delle attività essenziali così come chiudono le attività non essenziali in zona rossa.