Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Hub vaccinazioni a Carrarafiere: tutto fermo. De Pasquale scrive a Giani: «Bisogna velocizzare» foto

Il sindaco infastidito: «L'Azienda Usl Toscana Nord Ovest mi ha fatto sapere che mancano le coperture necessarie, in termini autorizzativi, per poter utilizzare la sede di Imm»

CARRARA – «A meno di un paio di settimane dall’inizio della campagna di vaccinazione “di massa”, l’Azienda Usl Toscana Nord Ovest mi ha fatto sapere che mancano le coperture necessarie, in termini autorizzativi, per poter utilizzare la sede di Imm. Ho quindi scritto una lettera urgente al presidente di Regione, Eugenio Giani, perché a mio avviso non possiamo perdere altro tempo: dopo il rallentamento della consegna dei vaccini, dovuta ai ritardi della distribuzione da parte dei produttori, i cittadini non comprenderebbero, giustamente, ulteriori rinvii». Lo ha scritto sui social il sindaco di Carrara, Francesco De Pasquale.

«Non ci sono dubbi sul fatto che Carrarafiere – ha evidenziato il primo cittadino – è lo spazio più idoneo nell’intera provincia di Massa-Carrara per ospitare il centro vaccinale: è fornito di tutte le autorizzazioni sotto il profilo della sicurezza e resterà inutilizzato fino alla fine della pandemia. Ricorrere a numerose, piccole, sedi sul territorio comporterebbe solo un incremento dei costi di gestione, e maggiori difficoltà organizzative. Per questo torno a chiedere a Giani, anche attraverso questo canale, di formalizzare l’individuazione di Carrarafiere come hub vaccinale attraverso la procedura più veloce possibile, evitando così il ricorso all’iter della manifestazione di interesse che avrebbe il solo effetto di dilatare i tempi e complicare il lavoro».

Nei giorni scorsi il sindaco di Montignoso e presidente della Provincia, Gianni Lorenzetti, aveva dichiarato che «gli spazi di Imm sono la soluzione più percorribile ma al momento non attuabile». E aveva proposto di utilizzare la palestra del Cinquale (qui la notizia).