Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Mafie, anche Massa-Carrara nella relazione al Parlamento sul primo semestre 2020

"Un territorio caratterizzato da infiltrazioni di soggetti provenienti da altre zone ad alta intensità mafiosa". Così viene definita la provincia apuana, dove nei primi sei mesi dello scorso anno sono stati emessi 4 provvedimenti interdittivi

MASSA-CARRARA – Nella relazione del Ministro dell’Interno al Parlamento sull’attività svolta dalla Direzione Investigativa Antimafia nel primo semestre del 2020, compare anche la provincia di Massa-Carrara. Quattro, in particolare, i provvedimenti che hanno interessato il territorio apuano: nei primissimi giorni del 2020 – si legge nella sezione del documento relativa alle proiezioni mafiose regionali – il pericolo di infiltrazione mafiosa ha spinto il Prefetto a emettere un’interdittiva antimafia nei confronti di un’azienda operante nella meccatronica “a causa di profili di contiguità con la criminalità organizzata calabrese”.

Altro provvedimento antimafia ha interessato una società, avente anche una sede operativa a Sarzana, attiva nella frantumazione e commercio all’ingrosso d’inerti. Qui l’allarme è scattato per la vicinanza del titolari ad un’associazione di esponenti della ‘ndrangheta.

C’è poi il capitolo camorra, quello che riguarda l’interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura nei confronti di una società apuana operante nel catering, nell’attività alberghiera e negli appalti pubblici per la presenza di soggetti collegati alla criminalità organizzata campana. Ma non solo. Un altro provvedimento, questa volta della Prefettura di Verona, ha interessato una società avente sede nella provincia veneta ma operante anche a Massa-Carrara.

Infine il Procuratore Capo di Genova, in seguito alle indagini relative ad un’operazione denominata “Drago” ha definito la provincia apuana “un territorio caratterizzato da infiltrazioni di soggetti provenienti da altre zone ad alta intensità mafiosa che inquinano il tessuto economico sociale”.