Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

«Monoblocco potenziato? Parlateci di risonanza magnetica e del personale che manca»

Il Comitato Primo Soccorso e Urgenza risponde all'Asl: «Chiediamo un incontro pubblico per dare risposte alla cittadinanza di Carrara e a tutto il territorio provinciale sullo stato dell’arte»

Più informazioni su

CARRARA – «Abbiamo preso atto dell’uscita sui quotidiani locali della responsabile Asl del distretto delle Apuane Monica Guglielmi sulla prossima apertura di 20 posti letto no-covid al reparto di cure intermedie al quinto piano del Monoblocco (qui la notizia). La stessa coglie l’occasione per parlare del potenziamento dei servizi al Monoblocco. Dio lo volesse stilando un lungo elenco degli orari di tutti i reparti, tranne quello di otorino, dove l’arrivo di un non ben identificato macchinario costringe all’attesa». Inizia così il commento del Comitato Primo Soccorso e Urgenza di Carrara.

«Prendiamo atto di ciò, ma da lì a parlare di potenziamento ce ne passa – affermano dal comitato – poiché niente viene detto sulle criticità esposte dai sindacati, si veda da ultimo Uil Fp, oltre che dalla collettività e dal nostro pervicace comitato. Non una parola sulla risonanza magnetica e sul cantiere interrotto, non una parola sulla richiesta di potenziamento di organici, che ha fatto sospendere più volte l’erogazione di alcuni sevizi (altro recente intervento di Uil su anatomia patologica). Niente sui lavori di adeguamento di una struttura importante (lo dice anche Asl) che necessità di accurata manutenzione anche ordinaria, così che non si debbano veder trasportare i rifiuti su un normale ascensore anziché sul montacarichi guasto».

«Comunque, desiderando veramente di essere smentiti su tutte le problematiche esposte, noi del comitato torniamo a chiedere all’amministrazione, al sindaco di Carrara e per suo tramite alla giunta, oltre che al Consiglio Comunale rappresentativo della nostra città di dedicare momenti di incontro pubblico per dare risposte alla cittadinanza di Carrara e a tutto il territorio provinciale sullo stato dell’arte: la situazione oggi, le proposte, i progetti. Diversamente non c’è speranza, riteniamo, per il futuro del nostro territorio. Di questo devono essere tutti consapevoli nell’ambito della casa comunale, forze di maggioranza e di minoranza, al di là di guardare all’appuntamento elettorale del 2022. Carrara merita un progetto di vita dove sanità, lavoro e istruzione abbiano spazio essenziale. Su questo devono lavorarci tutti – conclude il comitato – al di là delle esternazioni dell’Azienda Usl. A Tutti i componenti del Consiglio Comunale, pertanto, dopo il recente invio di mail dedicate, rinnoviamo anche attraverso i quotidiani l’invito a discutere pubblicamente sul tema per eccellenza: servizi sanitari e Monoblocco».

Più informazioni su