Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Carrara, da lunedì le nuove regole per la raccolta porta a porta: ecco cosa cambia foto

Nausicaa Spa ricorda gli effetti dell’ordinanza 72 firmata dal sindaco Francesco De Pasquale

Più informazioni su

CARRARA – Nausicaa Spa ricorda che per effetto dell’ordinanza 72 firmata dal sindaco Francesco De Pasquale, a partire da lunedì 1° marzo sono in vigore le nuove regole per la raccolta porta a porta. L’ordinanza prevede per gli utenti raggiunti dal porta a porta nel corso del 2020 l’obbligo di «utilizzare gli appositi contenitori e sacchi distribuiti da Nausicaa» e invita gli utenti interessati dal servizio già negli anni precedenti «ad utilizzare sacchi che consentano l’ispezione visiva per la raccolta delle frazioni che non prevedono l’uso del mastello», vale a dire la plastica e il secco. Per la durata della fase transitoria, in attesa del completamento della consegna del materiale da parte dell’azienda anche ai “vecchi utenti” del porta a porta, si invita quindi a non utilizzare i sacchi neri in poliuretano che sono da ritenersi non idonei e avviati alla dismissione.

Nelle prossime settimane partiranno i controlli sul territorio. In caso di non conformità, all’utente sarà consegnata una lettera di richiamo per la prima violazione; per quella successiva l’operatore collocherà sul contenitore o sacchetto il bollino adesivo di “non conformità” e l’utente avrà l’obbligo di ritirare al più presto i contenitori/sacchi e di differenziare correttamente prima di ri-esporre i rifiuti. In caso di ulteriori violazioni all’utente saranno addebitati i costi del servizio “straordinario” di ritiro, quasi come se si trattasse della rimozione di una minima discarica abusiva.

L’altra novità è che da lunedì 1° marzo, gli orari di esposizione dei contenitori saranno uguali per tutte le utenze domestiche del porta a porta. Sacchi e mastelli dovranno essere esposti fra le 21.00 del giorno precedente alle 6.00 del giorno di raccolta nel periodo dal 1° ottobre al 31 maggio e fra le 22.00 del giorno precedente alle 6.00 del giorno di raccolta nel periodo dal 1° giugno al 30 settembre. Restano invece due calendari diversi per la “Zona verso mare”, quella compresa dal mare fino alla strada Aurelia esclusa e per la “Zona verso monti”, quella che va dalla strada Aurelia compresa a salire fino al limite di estensione del servizio. Per le utenze commerciali comprese nelle aree servite dal porta a porta e per quelle non comprese in tali aree ma assoggettate a un servizio porta a porta, gli orari di esposizione sono dalle ore 19.30 del giorno precedente la raccolta, fino alle ore 6.00 del giorno stesso della raccolta.

L’ordinanza vieta inoltre di «conferire i rifiuti prodotti dalle utenze comprese nelle aree interessate dalla presente ordinanza presso le zone non attualmente interessate dal servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta (cassonetti per la raccolta stradale dei rifiuti)»: un provvedimento già in vigore nelle aree di prima introduzione del porta a porta, che ora viene ampliato anche alle zone di nuova estensione con il dichiarato intento di contrastare il fenomeno della migrazione dei rifiuti e il conseguente problema dei conferimenti abusivi. Il divieto riguarda anche i cittadini non residenti nel territorio comunale che non possono conferire rifiuti urbani e speciali nei cassonetti del Comune di Carrara.

Più informazioni su